Formula 1, dopo il Bahrain la Ferrari guarda a Barcellona: ‘importanti novità’

Due vetture a punti per la prima volta dall’inizio della stagione con Felipe Massa riuscito a cancellare lo zero sul suo tabellino. Nonostante i soli otto punti all’attivo nel Gran Premio del Bahrain, la Ferrari puo’ sorridere per aver ben limitato i danni in vista delle prime gare in Europa dove la F2012 e’ attesa ad un sensibile salto di qualita’. Il tutto in un campionato molto equilibrato, con quattro vincitori diversi nelle prime quattro gare, che vede Fernando Alonso a 10 punti di distacco dal leader del campionato Sebastian Vettel. ‘E’ andata un po’ meglio di quanto temessimo – ammette lo spagnolo del team di Maranello al termine del Gp del Bahrain come riporta il sito media della Rossa – e siamo riusciti a limitare i danni’.

Ma ora, a partire dal Gp di Spagna, la Ferrari dovra’ cominciare a dettare il ritmo per poter cullare sogni di gloria. ‘Eravamo arrivati qui con un ritardo di otto punti dalla vetta del campionato e ripartiamo con soltanto due lunghezze in piu’. Finire questa serie di quattro gare in questa posizione e’ positivo anche se, inutile nasconderlo, non possiamo essere complessivamente contenti. Ora – ricorda Alonso – e’ chiaro che dobbiamo fare un passo avanti perche’ non e’ che possiamo sempre contare sulle disgrazie altrui. Ad esempio oggi abbiamo guadagnato punti sulla McLaren, una cosa a cui, se me l’avessero detta ieri, non avrei assolutamente creduto. Allo stesso tempo, abbiamo terminato la gara a quasi un minuto dal vincitore, il che non era mai accaduto quest’anno. Mi aspettavo una Lotus molto competitiva perche’ lo era stata per tutto il fine settimana. Finora c’e’ andata bene perche’ non c’e’ stato un pilota che abbia fatto il pieno, com’era accaduto ad esempio lo scorso anno. Per quanto riguarda la gara non posso dire delle cose diverse rispetto a quanto detto otto giorni fa a Shanghai: la macchina e’ praticamente la stessa. In alcuni momenti andavamo forte, in altri molto meno, tutto in funzione del rendimento degli pneumatici. Ci manca velocita’ di punta e nei duelli ravvicinati questo si paga. Quanto all’episodio con Rosberg, posso soltanto dire che se invece di una via di fuga cosi’ ampia ci fosse stato un muro allora non so se saremmo qui a fare commenti. Peccato per quel rettilineo che mi e’ mancato per riuscire a superare Di Resta nel finale: avremmo potuto guadagnare qualche punticino in piu’ che avrebbe fatto comodo. L’ho detto prima, dobbiamo migliorare la macchina al piu’ presto: a Barcellona avremo delle importanti novita’ ma anche gli altri ne avranno e quanto saremo stati bravi lo scopriremo solo in pista al Montmelo”.

Per Massa ecco finalmente i primi punti con un nono posto tra la McLaren di Hamilton e la Mercedes di Schumacher: ‘Non e’ stata certo una gara molto facile ma, alla fine, siamo riusciti a fare un buon lavoro e a finire per la prima volta quest’anno in zona punti. E’ un bel risultato in questo momento ma sappiamo bene che non e’ certo da Ferrari essere contenti per un nono posto. Detto questo, e’ una prestazione che mi da’ fiducia per il prosieguo del campionato. E’ chiaro che dobbiamo migliorare la prestazione della vettura il prima possibile per poter lottare per delle posizioni adeguate. A Barcellona – aggiunge il brasiliano – tutti porteranno delle grosse novita’ e noi dovremo essere piu’ bravi degli altri perche’ dobbiamo recuperare il terreno perduto all’inizio di questo campionato’.

NESSUN COMMENTO

Comments