Crisi, allarme lavoro per il 58% degli italiani

Per il 58,6% degli italiani, (dato in aumento, +0,8 rispetto a aprile) il problema del lavoro e’ la priorita’ nel nostro Paese; Per il 23,4% e’ ‘risolvere la crisi economica’ (+1,5), per il 20,6% ‘attuare politiche di sviluppo economico’. Emerge da una indagine di Datamonitor per Milano Finanza. Mei prossimi tre mesi il 48% di chi ha risposto teme che per lui le cose andranno peggio, il 37,(% che andranno peggio in generale per il paese (Si fermano rispettivamente al 17,8% ed al 15,4% le risposte di chi pensa che andra’ meglio).

Fiducia nell’economia? Per nulla per il 26,3%, poco per il 54,7% (nel complesso l’81% esprime pessimismo); ha risposto ‘molto’ solo lo 0,9%, che si aggiunge al 17,3% che ha risposto ‘abbastanza’ (nel complesso il 18,2% di ottimisti).

Per la maggior parte degli italiani le spese sono aumentate, pochi sono riusciti a risparmiare, ed entrambi i dati indicano un peggioramento della situazione economica a maggio anche solo rispetto al mese precedente.

Il 57,9% non teme che l’Italia possa avere gli stessi problemi che sta vivendo la Grecia, il 28,4% si’. Il 54,)& di chi ha risposto non e’ preoccupato per i suoi risparmi, il 41,5% lo e’. Il 52,9% teme che il governo Monti non sara’ in grado di mettere in atto le politiche necessarie per il rilancio del Paese, il 38,4% ne e’ invece convinto.

NESSUN COMMENTO

Comments