Calcio, Parma stende il Cagliari: 3 a 0 al Tardini

Donadoni e Ficcadenti, alla vigilia, non lo avevano voluto chiamare spareggio salvezza, ma il Parma, battendo il Cagliari per 3-0, ha senza dubbio fatto un balzo in avanti importante, forse decisivo, per la permanenza in serie A.

Entrambi a quota 38, chi vinceva superava la fatidica quota 40: lo ha fatto il Parma grazie soprattutto al solito Giovinco, bravo e fortunato su punizione al 24′ del primo tempo. Poi, nella ripresa, con due calci di rigore realizzati da Floccari e Okaka, ciliegine sulla torta di una partita sempre nelle mani degli emiliani.

Per Giovinco, che ha dedicato la rete a Piermario Morosini e che il presidente Ghirardi sogna di tenere a Parma anche nella prossima stagione, e’ stata la dodicesima rete stagionale. L’ex juventino non ha mai fatto cosi’ bene in serie A, l’ennesimo segnale per Cesare Prandelli e la maglia azzurra. Questa volta ha segnato su punizione, grazie ad una deviazione di Astori, ma e’ una rete pesantissima per la stagione ducale, come quella siglata quindici giorni fa, sempre al Tardini, nella vittoria per 1-0 con il Novara.

Anche nel Cagliari ha brillato, poco poco per la verita’, l’altro fantasista del match, Andrea Cossu. Questa volta pero’ agli isolani sono mancati i gol di Pinilla. E pensare che proprio l’ex attaccante di Grosseto e Palermo ha avuto, al 20′ del primo tempo, la grande occasione per sbloccare il risultato: splendido l’assist in area di Cossu, intelligente la conclusione di Pinilla ma bravo Mirante a deviare in angolo con la mano. Una fiammata, prima dell’eclissi degli isolani.

Tutta un’altra cosa invece il Parma. Aggressivo a centrocampo, puntuale in difesa, e’ passato in vantaggio al 24′ del primo tempo grazie alla punizione di Giovinco, atterrato al limite dell’area da Astori, ed entrata in porta grazie anche alla deviazione di Pisano.

Il primo tempo e’ stato tutto qui. Il Parma ha controllato, gli isolani ci hanno provato solo una volta al 38′ con Cossu, tiro ampiamente a lato, e solo nella ripresa Ficcadenti ha tentato di dare nuova verve alla sua squadra. Tentativo fallito perche’ Ibarbo e Perico, entrati per Thiago Ribiero e Agostini, non hanno cambiato la musica. In piu’ si e’ spento anche Cossu, sostituito nel finale da Nene’, e per il Parma e’ stato facilissimo portare a casa i tre punti. Partita blindata anche grazie a due calci di rigore concessi da Rizzoli, che ha visto bene, prima sul fallo di Naingolan su Jonathan e poi su quello del portiere Agazzi su Okaka. Al 28′ ha realizzato Floccari, bis al 45′ di Okaka.

NESSUN COMMENTO

Comments