SALUTE E BELLEZZA | Dopo le Feste natalizie è corsa al “ritocchino”

“Vanno molto le piccole liposculture, insieme a tutti i trattamenti che tendono a ridurre le adiposità localizzate come la criolipolisi e il lipolaser”

Giulio Basoccu, chirurgo plastico, responsabile della Divisione di Chirurgia plastica estetica e ricostruttiva presso il Gruppo sanitario Ini, Istituto Neurotraumatologico Italiano, parlando con l’Adnkronos conferma: dopo le feste natalizie è corsa al famoso “ritocchino”. Due i problemi che si affrontano normalmente in questo periodo dell’anno: l’aumento di peso e la pelle rovinata dal sole, dal freddo e dal vento gelido.

“Durante le feste si mangia molto, si prendono chili in più, compaiono accumuli di grasso localizzati”, spiega Basoccu, che aggiunge: “Chi passa le vacanze al mare o in montagna” si trova ad avere a che fare con “agenti atmosferici” come “sole, freddo e vento” che “rovinano la pelle”.

In entrambe queste situazioni, sono sempre di più le persone che si rivolgono alla chirurgia estetica. Che tipo di intervento, per esempio? “In questo periodo – spiega l’esperto – vanno molto le piccole liposculture, insieme a tutti i trattamenti che tendono a ridurre le adiposità localizzate come la criolipolisi e il lipolaser”.

Ma ci sono anche “quei trattamenti che riguardano chi è stato in vacanza all’estero al mare o in montagna, dove sole e freddo potrebbero avere aggredito la pelle. In questi casi si recupera con biorivitalizzazione, peeling chimico o con dei laser. Tutti questi interventi vanno comunque iniziati subito dopo le feste”.