Centrodestra, Fedriga (Lega): niente accozzaglie di potere

“Renzi festeggia, ma i dati del Jobs Act sulle assunzioni sono irrisori. Consiglio al Premier di uscire da Twitter e dai voli di Stato e guardare la realtà del Paese. Centrodestra? Niente accozzaglie di potere come fa la sinistra”. Lo ha detto l’On. Massimiliano Fedriga (Lega Nord) ai microfoni di Radio Cusano Campus.

“Renzi è un personaggio strano – ha affermato Fedriga -. Festeggia per ogni dato Istat, poi puntualmente escono dati contrastanti che lo smentiscono. I dati di leggera ripresa, che in Italia sono ancora più irrisori che negli altri Stati, si stanno verificando in tutta Europa e sono dovuti a scelte della Bce e al calo del petrolio. Se Renzi si illude che sia merito del Jobs act, vuol dire che non sa quello che sta facendo. Perché il Jobs act ha portato risultati risibili in termini di assunzioni. Consiglio a Renzi di scendere dai voli di Stato e di andare nelle nostre periferie a parlare un po’ con la gente. In questo modo si accorgerebbe che c’è poco da festeggiare. Invece che pensare a fare tweet o alla riforma del Senato, pensasse a dare ossigeno alle imprese abbassando le tasse. Dopo la crisi molte imprese hanno chiuso e ricreare quel tessuto produttivo è molto difficile. Se Renzi festeggia per certi dati vuol dire che non si rende conto di quello che sta succedendo nel Paese”. 

Sulla proposta avanzata da Salvini di candidare Fedriga a Governatore del Friuli Venezia Giulia. “Mi dispiace che siano nate polemiche – ha affermato Fedriga – perché Salvini me l’ha chiesto e io mi sono messo a disposizione. Mi piacerebbe che ci fosse una discussione sui programmi. Noi pensiamo che al momento il programma della Lega è quello che ha maggiore consenso nel centrodestra. Noi proponiamo un programma, chi ci vuole stare è bene, chi non ci vuole stare faccia un’altra strada. Non vogliamo fare accozzaglie di potere solo per gestire poltrone, come ha fatto la sinistra e come fa Renzi, a noi interessa governare bene e dare risposte ai cittadini. Se qualcuno crede di ricreare a tavolino il centrodestra sbaglia di grosso. Si ricostruisce confrontandosi con i cittadini e l’avallo deve venire dai cittadini. Noi non vogliamo più che funzioni così. E’ finita la stagione degli accordicchi e degli scambi”.