Casini, “Salvini punta sulle paure della gente”

Carroccio e 5stelle “evocano sempre soluzioni miracolose, poi li mandiamo al governo della città e mostrano un'incompetenza straordinaria"

Pier Ferdinando Casini

Pierferdinando Casini, esponente di Civica Popolare, ospite di Nicola Porro nel programma “105 Matrix” in onda su Radio 105, ha attaccato Matteo Salvini, leader della Lega, “quello che insegue tutte le disgrazie italiane”, ha Casini, secondo il quale “il ministro dell’Interno Minniti ha fatto di più per combattere l’immigrazione clandestina di tanti governi di centro destra”.

L’ex presidente della Camera ha continuato: “Stiamo cercando di affrontare una questione ciclopica, il problema vero è quello di affrontare queste questioni senza giocare sull’emotività, senza ampliare le paure della gente”, proprio quello che invece fa Salvini.

Casini proprio non lo sopporta il capo delle camicie verdi: “Ogni volta che lo sento parlare alla televisione, prende qualche disgrazia che è capitata, anche casuale, per cercare di giocare su questo per proporsi come demiurgo, ma quando c’era la Lega al ministero dell’Interno tutti questi demiurghi non si sono visti”.

In questo, il Carroccio secondo Casini è molto simile ai 5stelle, “evocano sempre soluzioni miracolose, poi li mandiamo al governo della città e mostrano un’incompetenza straordinaria. Lo vediamo a Roma”. Per Casini è necessario “fermare il misto di incompetenza e arroganza” che caratterizza forze populiste e radicali.