Usa, ‘Joe The Plumber’ vuol fare politica

US President Barack Obama smiles as he returns at the White House on October 10, 2011 after visiting wounded soldiers at the Walter Reed National Military Medical Center in Bethesda, Maryland. Obama lent his full support to a Franco-German effort to develop a comprehensive solution to the eurozone debt crisis, in a conversation Monday with his French counterpart Nicolas Sarkozy, the French president's office said. AFP Photo/Jewel Samad

Ve lo ricordate? Era diventato famoso nel 2008, quando – durante un dibattito elettorale dell’allora candidato Obama in Ohio – criticò pubblicamente l’annuncio del futuro presidente degli Stati Uniti di voler aumentare le tasse per i redditi superiori a 250.000 dollari. Da allora "Joe The Plumber", tradotto "Joe l’idraulico", è il simbolo della middle class americana di orientamento conservatore e campione dei repubblicani, tanto da venire ripetutamente citato da John McCain durante la campagna elettorale allora in corso.

Il suo vero nome è Samuel Joseph Wurzelbacher: negli Usa è ancora molto popolare, nonostante siano passati ormai tre anni da quella critica pubblica a Obama. Sarà anche per questo che Joe ha deciso di scendere in politica, annunciando la sua candidatura alle prossime elezioni per il Congresso americano. Il personaggio è talmente popolare che all’annuncio della sua candidatura per il seggio nel nono distretto dell’Ohio, la chiave di ricerca "Joe The Plumber" è schizzata tra i primissimi posti nella classifica dei termini più cercati su Google.

Dopo il suo intervento "fuori programma" a quel dibattito elettorale in Ohio, Joe ha continuato la sua battaglia, e lo ha fatto con intelligenza, usando l’improvvisa e inaspettata popolarità: così è diventato a tempo pieno un attivista conservatore. Un vero e proprio personaggio pubblico, che fra le altre cose è anche stato invitato a diversi dibattiti elettorali conservatori. Addirittura corrispondente estero per una emittente tv, per un po’ di tempo.

NESSUN COMMENTO

Comments