Terremoto, 9 parlamentari ad Amatrice: “Giusto essere qui” [VIDEO]

"Stiamo dando una grossa opportunità al Parlamento per fare meglio”, ha detto il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi a Rainews24

Amatrice, prima e dopo il terremoto

Sono in tutto 9 i parlamentari che hanno risposto finora all’appello del sindaco di Amatrice, uno dei comuni del centro Italia maggiormente colpito dal terremoto: trascorrete qualche giorno qui per verificare di persona le condizioni e suggerire eventuali miglioramenti alla ricostruzione. Dopo il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (M5s), Barbara Saltamartini (Lega), Antonio Matarrelli (Misto), Dorina Bianchi (Ncd) ed Elena Fattori (M5s), nel borgo reatino sono arrivati infatti anche quattro parlamentari del Pd, Ileana Piazzoni, Fabio Melilli, Nazzareno Pilozzi e Renzo Carella.

“Ora – ha detto Melilli ai microfoni di Rainews24 – ci stiamo concentrando sulla fase dell’emergenza, dagli alloggi alle strade, alle macerie. Poi incontreremo il commissario straordinario (Errani, ndr) e la Protezione civile. Trascorreremo qui qualche giorno, fa bene ai deputati rendersi conto realmente di come stanno le cose”.

“Stiamo dando una grossa opportunità al Parlamento per fare meglio – ha detto il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, sempre a Rainews24 -. Ho ribadito che in una situazione di emergenza si può fare di più, è una presa di coscienza non legata a un’ora ma a 48 e 72 ore”.

Recuperate campane chiesa Castelluccio Norcia Recuperate il giorno di Santo Stefano dopo un lungo lavoro le campane della chiesa di Castelluccio di Norcia e quella della cattedrale di Santa Maria Argentea. “Le campane sono state trasportate a Spoleto, dove troveranno dimora presso il deposito della Soprintendenza per i Beni ambientali, architettonici e artistici”, ha detto Fabrizio Baglioni, dei vigili del fuoco. E continuano senza sosta gli interventi degli stessi vigili del fuoco, impegnati sulla “gabbia” posta sulla facciata della basilica di San Benedetto.

Tra giovedi’ e venerdi’ e’ previsto l’inizio dei lavori a terra per posizionare il secondo pezzo della struttura in tubi innocenti. Quella che verra’ collocata sul retro della facciata della Basilica, in maniera da completare l’operazione di messa in sicurezza. I vigili del fuoco stanno inoltre lavorando anche per la “cerchiatura” del campanile della cattedrale di Santa Maria Argentea.