Roma, De Vito (M5S): “Noi vogliamo unire questa città”

"Come ha detto De Rossi ieri su Totti, noi vogliamo unire questa città. La giornata di ieri mi ha fatto capire che questa è un città con un grande cuore e questo mi ha incoraggiato come amministratore”

Marcello De Vito (M5S), presidente dell’Assemblea capitolina, è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus. Sull’addio di Totti: “Come ha detto De Rossi ieri noi vogliamo unire questa città, la giornata di ieri mi ha fatto capire che questa è un città con grande cuore e tante emozioni e questo mi ha incoraggiato come amministratore. Roma ieri ha dimostrato di avere un grande cuore. Penso che poche città possano offrire lo spettacolo offerto ieri dalla capitale”.

“Regione e governo non hanno mai supportato il Comune – ha affermato De Vito -. Sulla nostra città si sta giocando una battaglia politica per dimostrare che la giunta Raggi non è efficace e giocarsi questa carta a livello nazionale. Noi il nostro lo stiamo facendo, il governo e la Regione devono venire incontro non con le parole ma con i fatti. Sicuramente questa mancata collaborazione da parte dello Stato non aiuta. Basti guardare le questioni rifiuti e trasporti, dove la regione non ci supporta. Noi il nostro lo stiamo facendo, che il governo e la Regione devono venire incontro non con le parole ma con i fatti”.

Fuga aziende da Roma. “Questo ci preoccupa. Su questo non abbiamo una competenza diretta. Il Comune di Roma non può salvare Sky e Alitalia, nonostante ci stiamo mobilitando, facciamo il possibile in base agli strumenti che la legge ci consente. Non dipende da noi, ma sicuramente subiamo le conseguenze di questa situazione”.

Risultati giunta Raggi. “Io prendo i mezzi pubblici tutti i giorni, quindi parlo quotidianamente coi cittadini e mi dicono che iniziano a vedere dei risultati. Abbiamo messo in circolazione 150 mezzi in più, nonostante la situazione di Atac. Mi dicono che la situazione dei rifiuti in questi giorni è nettamente migliorata, anche sulle strade stiamo facendo dei miglioramenti. I cittadini ci dicono che Roma sta diventando un cantiere aperto e si iniziano a vedere i primi risultati. E’ chiaro che ci vorrà del tempo, ci prendiamo il tempo della consiliatura”.

Rogo camper a Centocelle. “Noi dobbiamo imitare quanto è stato fatto in Europa sul superamento dei campi rom. I campi rom costano tanti soldi ai romani, costano un punto del bilancio di Roma Capitale. A breve porteremo questa delibera in giunta sul modello spagnolo, ma la situazione perdura da 20 anni ed è chiaro che non si supera dall’oggi al domani”.