Piazza Navona e Fontana di Trevi, vietati eventi e manifestazioni – di Beatrice Boero

Divieti concessioni suolo pubblico. Piazza Navona e Fontana di Trevi, vietati eventi e manifestazioni. Il 4 ottobre il Sindaco Gianni Alemanno ha firmato un’ordinanza che vieta ai responsabili degli uffici e servizi dell’amministrazione capitolina il rilascio di concessioni di suolo pubblico per eventi e manifestazioni nelle storiche aree di piazza Navona e di Fontana di Trevi. Il provvedimento è in vigore dal 4 ottobre fino al 31 dicembre 2011 e prevede che non si possano ospitare spettacoli, celebrazioni e raduni vari. Esistono, comunque, delle importanti deroghe dal divieto. La normativa non viene applicata al Mercatino di Natale e alla Festa della Befana in piazza Navona, mete tradizionali e appuntamenti imperdibili dei romani durante le giornate di festa. E’ escluso dal provvedimento anche l’esercizio delle professioni artistiche, come quelle delle postazioni dei ritrattisti, dei caricaturisti e degli artisti di strada che popolano la piazza. Niente divieti anche per le riprese cinematografiche e per quelle televisive. Infine, vai libera pure per tutti gli eventi e le manifestazioni che vengono promosse ed organizzate da Roma Capitale in entrambe le aree.

La decisione è stata presa l’indomani del recente atto vandalico che ha danneggiato la Fontana del Moro in piazza Navona. Vi sarebbero, inoltre, dei motivi di sicurezza. In special modo i gazebo e le strutture potrebbero adombrare la visuale alle telecamere di sorveglianza mettendo a rischio la sicurezza dei cittadini.

In conclusione, entrambe le piazze diventano off-limits per cortei e manifestazioni, fino al prossimo 31 dicembre. L’obiettivo è quello di cercare di arginare il triste fenomeno degli atti vandalici che spesso colpiscono monumenti oppure opere d’arte dal valore inestimabile. L’iniziativa vuole anche contribuire ad incrementare il decoro e la vivibilità delle zone centrali della capitale. In tal modo si intende tutelare “il patrimonio pubblico della città di Roma, con un occhio specifico riguardo a quello artistico e monumentale del Centro Storico, dichiarato dall’Unesco “patrimonio dell’umanità”.

NESSUN COMMENTO

Comments