Pensionati italiani all’estero, Terzi incontra presidente Inps

Discutere di previdenza italiana all’estero, anche alla luce di un possibile accordo Mae-Inps per definire le questioni di maggior rilievo. Di questo hanno parlato ieri alla Farnesina il Ministro degli Esteri, Giulio Terzi, e il Presidente dell’INPS, Antonio Mastrapasqua. 
 
Durante l’incontro, Terzi e Mastrapasqua hanno approfondito i possibili termini di una rinnovata e "sempre più efficace" collaborazione fra INPS e Farnesina, con particolare attenzione al settore dei servizi ai connazionali all’estero e dell’assistenza alle imprese straniere che investono in Italia.
 
Sui servizi consolari, Terzi – che nell’incontro era assistito dal suo Consigliere per gli Affari Economici, Onorevole Alessandro Ruben – ha indicato, quali ambiti di prioritario intervento, la semplificazione delle procedure, la verifica delle pratiche pensionistiche e l’informatizzazione.
 
Al contempo, il capo della diplomazia italiana ed il responsabile dell’Ente previdenziale hanno concordato sull’esigenza di favorire l’intensificarsi degli investimenti esteri diretti in Italia anche attraverso un ruolo più attivo dello stesso INPS nell’illustrare regole e procedure previdenziali italiane alle imprese straniere che intendono investire nel nostro Paese.
 
Terzi e Mastrapasqua hanno anche convenuto sull’opportunità di esplorare, al livello tecnico, la messa a punto di un possibile Accordo fra Ministero degli Esteri e INPS, volto a definire le questioni di maggiore rilievo in materia di pensioni con contributi italiani ed esteri, quali la verifica dell’esistenza in vita del pensionato e della sua residenza estero, e l’erogazione della pensione all’estero. Durante il colloquio si è infine parlato degli Accordi bilaterali sui regimi pensionistici.

NESSUN COMMENTO

Comments