Meteo, Venerdì maltempo in tutta Italia

Roma, 12 dic. (TMNews) - Strade allagate e traffico in tilti in diverse zone di Roma dopo il nubifragio che si è abbattuto la scorsa notte sulla capitale. Numerose le richieste di intervento ai vigili del fuoco in particolare per allagamenti di appartamenti al piano terra e negozi in via Ostiense e nelle zone di Acilia e Casal Palocco. Disagi anche in piazza 25 Marzo, vicino al palazzo dello Sport in direzione del litorale, in via Gregna di S.Andrea, nella zona dell'Ardeatina e in via del Tintoretto all'altezza dei Granai. Al km 12 dell'Ardeatina sono presenti smottamenti e detriti sulla strada. Un fulmine ha colpito una centralina dell'Acea provocando il black out dei semafori di via Tuscolana, che hanno ripreso a funzionare dalle 8.15. Riflessi anche sui trasporti. Come purtroppo accade sempre più spesso, in occasione di eventi meteo, la linea B della metropolitana è stata sospesa e poi ha ripreso a funzionare con disagi. Anche la linea A è stata - come ha riferito l'Atac "perturbata" - sempre per la pioggia come anche la Roma-Lido. Sull'intera rete, il servizio è rallentato e in particolare è "fortemente perturbato" secondo il sito dell'Atac nelle zone Ostia, Acilia, Tor Vergata, Collatina, Pontina. Chiuse via di Dragona e via Tartufari.

Come è stato annunciato nelle scorse ore, un nucleo di aria artica domani raggiungerà la nostra Penisola e la attraverserà da Nord a Sud generando una fase di diffuso maltempo con nevicate fino a quote basse, venti forti e locali rovesci o temporali sul basso versante tirrenico. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello diffuso ieri e che prevede dalle prime ore della giornata di domani, venerdì 10 febbraio, nevicate fino a quote di livello del mare su Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise con cumulate complessive elevate o molto elevate sulle zone adriatiche ed appenniniche.

Su Lazio e Campania la neve cadrà dapprima al di sopra dei 100-300 metri e, successivamente fino al livello del mare con quantitativi moderati o localmente elevati. Neve anche in Sardegna, Basilicata e Puglia inizialmente a quote collinari – in progressivo calo fino al livello del mare sull’Isola – con quantitativi deboli o localmente moderati. Quantitativi deboli o localmente moderati su Sicilia e Calabria dove le precipitazioni nevose si prevedono al di sopra dei 600-800 metri. Rovesci o temporali, inoltre, sulle zone costiere di Campania, Basilicata e Calabria dove i fenomeni saranno accompagnati da raffiche di vento ed attività elettrica. Dalle prime ore di domani, infine, si segnalano venti forti fino a burrasca da i quadranti settentrionali sulle regioni centrali e sulla Sardegna.

Venti molto forti e di burrasca dai quadranti occidentali sulle regioni meridionali e sulla Sicilia, con mareggiate lungo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

NESSUN COMMENTO

Comments