Italiani all’estero, Le identità dell’Italiano in Italia e in America del Nord

"Le identità dell’Italiano in Italia e in America del Nord. Dalla lingua degli emigranti alla lingua di prestigio" è il tema della conferenza in programma il 20 ottobre prossimo dalle 15 alle 18 all’Istituto Italiano di Cultura di New York. Promossa in occasione del 150 ° anniversario della Unità d’Italia e della XI Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, la conferenza affronterà il tema delle connessioni linguistiche in Italia e negli Stati Uniti.
 
In Italia c’e un contatto costante all’interno della nazione fra l’italiano come lingua dell’unificazione, i dialetti italiani e l’inglese. La lingua media, quella parlata da tutti gli italiani, è entrata in uso dopo un lungo processo di “italianizzazione” ed esiste sottoforma di molteplici lingue, ovvero i dialetti che sono ancora in uso (diglossia) dalla maggior parte della popolazione. Il terzo aspetto linguistico, l’inglese, sta diventando più importante nel contesto europeo.
 
Questa architettura linguistica è paragonata all’Italiano negli Stati Uniti, dove tale lingua di immigrati sta gradualmente scomparendo, mentre è presente nella lingua del commercio.
 
Di questo parleranno Hermann Haller (CUNY Graduate Center) Marcel Danesi (University of Toronto), Lori Repetti (Stony Brook University), Anna De Fina (Georgetown University) e Mario Saltarelli (University of Southern California).

NESSUN COMMENTO

Comments