Italiani all’estero, conclusi i lavori della Consulta regionale dei calabresi nel mondo

Ad aprire la tre giorni e' stato il Presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, che ha ringraziato tutti i presenti per la nutrita partecipazione

I lavori della Consulta regionale dei calabresi nel mondo si sono conclusi con successo. Nella sede della Cittadella regionale di Germaneto, i membri della nuova Consulta si sono ritrovati per discutere e decidere sulla mission di questi ambasciatori della calabresità nel mondo che hanno il compito di promuovere la cultura e le tradizioni della terra calabrese.

Ad aprire la tre giorni e’ stato il Presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, che ha ringraziato tutti i presenti per la nutrita partecipazione.

“Voi siete – ha detto Oliverio, rivolgendosi a loro – i rappresentanti nel mondo della Calabria. Con la vostra presenza si rinnova il legame tra chi vive nella nostra regione e tutti i calabresi sparsi negli altri Paesi, che sono nella stragrande maggioranza gente laboriosa, onesta che, con enorme sacrificio, ha raggiunto traguardi importanti e prestigiosi. Dopo anni di crisi che ha attanagliato l’Italia e l’Europa ci sono segni di ripresa anche nella nostra regione”.

“Il Sud e la Calabria crescono in termini di Pil, occupazione ed esportazioni. Il nostro turismo e’ stato nel 2017 in assoluto tra i migliori d’Italia facendo registrare record di presenze. La Calabria, insomma, si misura in un contesto globale e noi come governo della Regione stiamo mettendo in campo ogni sforzo per essere sempre piu’ competitivi. Anche per questo – ha concluso il presidente della Regione – abbiamo bisogno di voi”.