Italiani all’estero, la Dieta Mediterranea per il rilancio del made in Italy

Parte dall’Istituto Italiano di cultura di New York, l’iniziativa legata alla Dieta Mediterranea, per un rilancio del Made in Italy presso strutture ospedaliere e nutrizionali. “Credo molto che questo progetto vada proprio in direzione di un rinnovato slancio delle esportazioni italiane, legandole a riscontri fattuali sulla loro qualità nutrizionale”, ha affermato Fucsia Nissoli, esponente del MAIE del New England, sostenendo che la conferenza porterà intorno ad un tavolo nutrizionisti Italiani ed Americani per misurare scientificamente le qualità e gli attributi degli alimenti più tipici della dieta mediterranea: pane, pasta, olio d’oliva, fra gli altri. Questi prodotti rappresentano un cardine dell’Industria agro-alimentare e l’avallo scientifico delle loro qualità avrebbe ripercussioni ovvie sul rilancio del loro uso.

“Ci saranno sicuramente produttori pronti ad intervenire dall’Italia che potranno vedere in questa opportunità un cavallo di battaglia per proporsi sul mercato USA”, ha aggiunto Nissoli, che come esponente del Movimento associativo italiani all’estero è sempre al lavoro per cercare di diffondere, sotto ogni punto di vista, più italianità negli Stati Uniti.

L’appuntamento è per il 10 dicembre presso l’Istituto Italiano di Cultura di New York alle ore 17.30 e l’11 dicembre presso L’Italian Center di Stamford, Connecticut alle ore 19.

NESSUN COMMENTO

Comments