Decreto dignità, Fiano (Pd): “Bene provvedimento contro spot biscazzieri”

“Va benissimo vietare quel tipo di pubblicità, quando abbiamo tentato mosse contro questa droga moderna abbiamo trovato una resistenza da chi gestisce le casse dello Stato”

Emanuele Fiano, deputato Pd, intervenuto a Radio Cusano Campus, ha commentato il decreto dignità: “Il provvedimento contro gli spot dei biscazzieri lo appoggio, anche se il traguardo sarà con la legislazione europea, perché in questo campo c’è una serie di attività che non sono italiane. Va benissimo vietare quel tipo di pubblicità, quando abbiamo tentato mosse contro questa droga moderna abbiamo trovato una resistenza da chi gestisce le casse dello Stato, perché quella attività fornisce delle entrate importanti allo Stato”.

“Spero che il Governo su questo campo possa avere successo. La misura contro i contratti a termine è controversa: questa manovra mi pare parziale, se non è accompagnata anche da una manovra che detassi il costo delle assunzioni a costo indeterminato rischiamo che il datore di lavoro possa assumere a tempo indeterminato, determinato, oppure non assumere per niente. Nel mercato bisogna creare la leva che stimoli la possibilità per l’assunzione stabile. Bene andare nell’indirizzo di aumentare i diritti per coloro che hanno un lavoro precario, ora bisogna vedere cosa accadrà. La norma muove da un intento giusto, ma messa così non sarà sufficiente”.

Su Salvini: “Il Governo è diviso in due settori, Salvini ha preso per sé un settore in cui sono presenti operazioni che non hanno costi materiali per le casse dello Stato, mentre Di Maio ha operazioni che costano da gestire. Pontida è l’immagine di un leader che ha il vento in poppa, favorita dal fatto che lui sta portando avanti operazioni per le quali non ha bisogno del parare del ministro dell’economia o di altre persone. Non sta avendo risultati concreti”.

Sul Pd: “Dobbiamo fare un congresso, prima delle elezioni europee. Vedremo se eleggere un segretario o mantenere un reggente, ma al di là di questo serve una discussione vera per ragionare su cosa siamo, su dove abbiamo sbagliato, su quale sia il ruolo della sinistra davanti alle sfide che questo governo populista e di destra ci comporta. Zingaretti? E’ una persona che stimo, ma non analizzo le candidature in radio. E’ una persona che sta governando bene, che ha avuto un ottimo risultato nel Lazio. Se siamo pronti ad aprire le porte a Roberto Fico? Ha effettivamente fatto sentire in questi giorni il suo dissenso su alcune questioni, si tratterà di vedere nelle prossime settimane se questo suo dissenso proseguirà oppure no. Io pubblicamente ho apprezzato le sue parole”.