Berlusconi, “no fiducia a Cottarelli”. E non esclude di candidarsi

“A chi mi chiede quale sarà il futuro del centrodestra, rispondo che alle prossime elezioni non immagino altra soluzione che quella di una coalizione di centrodestra unita con Fi Lega e Fdi”

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi interviene con una nota nel dibattito politico italiano dopo l’incarico a Cottarelli. “Per quanto riguarda la fiducia al Governo tecnico” guidato da Carlo Cottarelli “la nostra posizione non può che essere negativa”, sottolinea il leader di Forza Italia, che poi parla del futuro del centrodestra.

“A chi mi chiede quale sarà il futuro del centrodestra, rispondo che alle prossime elezioni non immagino altra soluzione che quella di una coalizione di centrodestra unita con Fi Lega e Fdi, destinata sicuramente a prevalere, anche per la possibilità di una mia candidatura”.

Il Cavaliere con le sue parole mette il punto finale a una discussione che durava da stamattina, con gli azzurri divisi sulla fiducia a Cottarelli. Di certo l’umo di Arcore non vuole rompere l’alleanza con Matteo Salvini e Giorgia Meloni e per la prima volta non chiude la porta alla possibilità di candidarsi.

Salvini e Berlusconi oggi si sono sentiti al telefono. Il Cav non strappa con l’alleato, sa che se lo facesse resterebbe fuori da tutto. Appoggiare Cottarelli vorrebbe dire rompere con la Lega e Forza Italia non se lo può proprio permettere.