VIDEO | Coronavirus, Conte: “Prima la salute, poi l’economia”. Governo? “Arriveremo a fine legislatura”

Il presidente del Consiglio: "Senza la protezione della salute non può esservi neanche il ravvivamento dell'economia. Abbiamo seguito questa linea fin dal principio”. E sulla durata del Governo: “Arriveremo a fine legislatura”

Chiudere negozi e stabilimenti commerciali o salvare vite? “Senza la protezione della salute non può esservi neanche il ravvivamento dell’economia. Abbiamo seguito questa linea fin dal principio”. Così Giuseppe Conte sulle misure per far fronte alla pandemia messe in atto dal governo con l’ultimo decreto.

Intervistato dal quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung” sull’impatto della crisi coronavirus sul settore turistico, rispondendo a una domanda su come si spieghi il ‘miracolo’ del contenimento in Italia del Covid in questa fase, il presidente del Consiglio ha affermato: “Con il ricordo della terribile fase iniziale della pandemia, ci imponiamo responsabilita’ e cautela”. “Dietro il nostro numero relativamente basso di nuove infezioni non c’e’ un miracolo, ma la disponibilita’ al sacrificio dell’intera nazione”.

Rispondendo a una domanda sull’impatto positivo del risultato del referendum e delle amministrative sull’esecutivo italiano: “Abbiamo buone prospettive di portare avanti la nostra collaborazione fino alla fine della legislatura. Questo e’ un fatto molto positivo”. “Se un governo ha piani ambiziosi e progetti definiti ha bisogno anche del tempo per la loro realizzazione”, ha spiegato. “In passato abbiamo avuto in Italia governi dalla vita molto breve, il che e’ nocivo per raggiungere obiettivi di medio e lungo periodo”.

“Mi fatto molto piacere sentire che Angela Merkel abbia recentemente nominato l’Italia come possibile meta di viaggio per le vacanze autunnali”. Secondo il capo del governo, “la cancelliera e’ un’osservatrice molto attenta e non fa una simile dichiarazione in maniera spontanea o sconsiderata”.

Secondo Conte, Merkel e’ consapevole della prudenza che gli italiani hanno assunto nel far fronte alla Sars-Cov2. Inoltre, la cancelliera conosce “gli elevati standard di sicurezza” attuati in Italia per contenere la diffusione dei contagi.

A tal riguardo, Conte ha osservato: “Le misure ragionevolmente rigorose che abbiamo appena adottato dimostrano che non siamo negligenti nell’affrontare il virus”. Per esempio, ha infine affermato il presidente del Consiglio, “le persone che arrivano dalle zone a rischio sono sottoposte a un rapido test presso i nostri aeroporti, il cui risultato e’ disponibile dopo 15 minuti”.

Nella conversazione con il quotidiano tedesco Conte parla anche della lotta all’immigrazione clandestina e dell’accoglienza dei migranti. “L’Italia ha sempre rispettato i suoi obblighi internazionali, dal soccorso in mare, la solidarietà internazionale e l’accoglienza dei richiedenti asilo. Quando si tratta di controllare il flusso della migrazione illegale, i paesi del Mediterraneo come l’Italia non possono essere lasciati soli soltanto perché sono vicini alla Tunisia o alla Libia”.