Mes, Salvini: “Berlusconi dice ciò che dicono Renzi e Prodi, mi dispiace”

Il leader della Lega sul Consiglio europeo di ieri: "Commenteremo i fatti, e' difficile commentare le decisioni che non ancora ci sono”

Matteo Salvini, intervenuto ad Agorà su Rai Tre, a proposito della fase 2 dell’emergenza coronavirus ha detto: “Per quello che mi riguarda tutti quelli che possono riaprire in sicurezza dovrebbero poter riaprire oggi stesso”. E sul Mes: “Mi spiace che Berlusconi dica esattamente quello che dicono Prodi e Renzi. Saranno i nostri figli a dirci se aveva ragione quello sciocco di Salvini, che voleva che rimanesse in Italia il destino del nostro Paese, o se avevano ragione Prodi e Berlusconi”.

Sul Consiglio europeo di ieri: “Commenteremo i fatti, e’ difficile commentare le decisioni che non ancora ci sono, da italiano di parole in questi 44 giorni di clausura forzata ne abbiamo sentite tante, aspetto di commentare i fatti ma per il momento c’e’ la parola mes che e’ un percorso pericoloso. Questi soldi dovranno essere restituiti con delle condizioni che ci sono perche’ esistono i trattati”.

Sull’ipotesi di mantenere restrizioni per gli over 60 anche dopo il 4 maggio: “Facciamo ciò che dicono i medici”, ma “spero si trovi un equilibrio” e che “nel rispetto delle norme di sicurezza, perchè la salute prima di tutto, si possa riavviare un’Italia normale il prima possibile”.

“Ci hanno spiegato fino a qualche mese fa che i 67enni erano dei giovanotti, che per la legge Fornero potevano andare a lavorare, ora scopriamo che sono a rischio”, ha rimarcato il leader della Lega.