Eurodeputati chiedono rimborsi per 2,7 milioni di euro per depilarsi, rifarsi il seno e dimagrire

L’europarlamentare leghista Ciocca: “Ogni giorno ci accorgiamo di quanto questa macchina europea sia inutile e costosa. E’ un sistema fuori da ogni logica”

Angelo Ciocca, Europarlamentare della Lega, parlando a Radio Cusano Campus sul caso Sea Watch e Sea Eye ha detto: “Sperano che l’Italia faccia una mossa, ma dovrebbe essere l’Europa a intervenire. Un’Europa che non è in grado di ordinare a Malta di far sbarcare quei migranti. Prima delle votazioni della plenaria di Strasburgo prenderò la parola e rivendicherò la necessità che l’UE su questi temi dimostri la sua utilità. Figuriamoci se in Europa qualcuno si permette di parlare di una ong tedesca e olandese. Per poter parlare di cose serie bisogna essere coraggiosi come ho fatto io con la scarpa sui documenti di Moscovici, altrimenti stanno tutti lì a misurare le zucchine e a contare i pallini delle mimose”.

Gli eurodeputati hanno chiesto rimborsi per 2,7 milioni di euro per depilarsi, ridursi il seno e dimagrire: “Sono delle euroimbecillità, eurofollie di questa Unione Europea. In questi giorni qualcuno vuole vietare l’uso del termine ‘uomo’ nei provvedimenti legislativi perché disturberebbe la categorie dei gender. Ogni giorno ci accorgiamo di quanto questa macchina europea sia inutile e costosa. E’ un sistema fuori da ogni logica che ha solo uno scopo: vi viziamo, in modo che così non vi occupate delle cose serie. E’ un’Europa da arare e da riseminare”.