Compravendita senatori, Silvio ci ripensa: non sarà in Giunta a Montecitorio

Secondo quanto si apprende, Silvio Berlusconi, contrariamente a quanto annunciato, non si presenterà in Giunta per le autorizzazioni di Montecitorio, chiamata a pronunciarsi su un’istanza di insindacabilità del leader azzurro relativa al caso della compravendita di senatori nell’ambito dell’inchiesta del tribunale di Napoli.

Dunque il Cav ci ripensa. La riunione della Giunta per le autorizzazioni, prevista domani mattina alle 8.30 per iniziare a esaminare la vicenda, sarebbe slittata alle 15. All’ordine del giorno, appunto, il ”seguito delle comunicazioni del presidente" Ignazio La Russa sulla richiesta avanzata da Berlusconi, "deputato all’epoca dei fatti, nell’ambito del procedimento penale presso l’autorità giudiziaria di Napoli".

Il leader di Forza Italia aveva chiesto di essere ascoltato sulla vicenda sulla quale si attende la decisione a breve dei giudici napoletani.