Assicurazione auto 2020: è possibile risparmiare?

Nonostante la concorrenza agguerrita tra le compagnie assicurative "tradizionali" e le assicurazioni online, i prezzi sembrano essere aumentati così come sono aumentate le altre tasse a carico dei cittadini...

Ogni anno le famiglie italiane devono fare i conti per affrontare le varie spese che andranno ad incidere sul budget a disposizione, e come ogni anno le famiglie cercheranno un modo per contenere queste spese, tra le quali rientra anche quella della polizza auto.

Infatti, nonostante la concorrenza agguerrita tra le compagnie assicurative “tradizionali” e le assicurazioni online, i prezzi sembrano essere aumentati così come sono aumentate le altre tasse a carico dei cittadini.

Ma è ancora possibile risparmiare sulla polizza auto?

Fortunatamente la risposta è sì, vediamo come.

Il primo consiglio è quello di affidarsi ad internet, ovvero di usare i siti che permettono di mettere a confronto le varie compagnie assicurative online, le loro tariffe e le promozioni che propongono, specialmente quelle riservate ai nuovi clienti.

Cambiare compagnia assicurativa non deve più spaventare, il processo è diventato via via sempre più semplice e veloce, soprattutto considerando il fatto che non esiste più il tacito rinnovo. Pertanto, se trovate un’assicurazione che fa più al caso vostro rivolgetevi alla nuova compagnia.

Le compagnie che si occupano di assicurazione online solitamente propongono offerte più vantaggiose, le loro offerte sono sottoscrivibili tranquillamente via web, senza doversi recare nella sede dell’agenzia. Anzi, proprio la mancanza di una o più sedi fisiche e di agenti commerciali permette loro di ammortizzare i costi e di conseguenza rendere le proprie tariffe più appetibili. 

Un altro consiglio che vi permetterà di risparmiare in maniera consistente è quello di far installare sulla propria vettura la scatola nera

Si tratta di un dispositivo che dà la possibilità di monitorare diversi aspetti che riguardano le condizioni del veicolo e lo stile di guida del conducente e che, ad esempio, in caso di incidenti, aiuta a chiarire le dinamiche dell’incidente. 

Le norme che regolano tutto ciò che riguarda l’installazione delle scatole nere si trovano nel DDL Concorrenza. Secondo quanto stabilito nel DDL, le compagnie assicurative sono obbligate ad applicare degli importanti sconti a tutti i clienti che decidono di installare la scatola nera. L’ammontare dello sconto deve essere comunicato in anticipo e deve essere in ogni caso inferiore rispetto a quello indicato dall’IVASS. Un altro vantaggio sta nel fatto che le spese di installazione sono a carico della compagnia e non del cliente. I dati registrati dalla scatola nera, inoltre, permettono alle assicurazioni di creare una copertura assicurativa personalizzata per il cliente e calcolare il premio nel caso di assicurazioni temporanee o per i guidatori virtuosi. Il risparmio deve obbligatoriamente coprire, o meglio superare, il costo di installazione della scatola nera e solitamente si aggira intorno al 10-20 % rispetto all’assicurazione standard.

Ma veniamo al cambiamento più interessante che riguarda le assicurazioni e che permetterà di risparmiare (a partire dal 2020):

Il 2020 ha portato con sé una grandissima novità per quanto riguarda l’assicurazione auto, ovvero l’ RC auto familiare. La nuova norma, già contenuta nel decreto legge 124, stabilisce la possibilità di assicurare tutti i veicoli di famiglia con la stessa classe di merito, e questo indipendentemente da quale sia il mezzo posseduto. 

Questa nuova norma entrerà in vigore il 16 febbraio del 2020, in modo tale da poter concedere un periodo di tempo sufficiente alle compagnie assicurative per poter informatizzare le proprie procedure in quanto oramai la maggior parte dei processi di compra-vendita dei servizi assicurativi avviene via web.

Come funziona nello specifico questa novità? 

La nuova modalità di assicurazione prevede che tutti i veicoli che appartengono ad una famiglia, pertanto non solo auto ma anche moto e indipendentemente da chi sia il maggiore fruitore o l’intestatario di tali veicoli, abbiano la stessa classe di merito che corrisponderà a quella più vantaggiosa per la famiglia, cioè quella con la tariffa più bassa. 

Questa nuova tipologia di polizza è ideale ad esempio per quelle famiglie che hanno dei neopatentati in casa, specie se guideranno un’auto nuova. Si sa che l’età e l’esperienza del guidatore incide sui costi delle assicurazioni, le compagnie assicurative hanno la tendenza ad alzare le tariffe per via della maggiore possibilità che i neopatentati alle prime armi possano provocare più incidenti a causa dell’inesperienza.

Grazie a questa novità prevista dalla legge Bersani invece, la compagnia assicurativa è tenuta ad assegnare al nuovo veicolo la classe di merito di un veicolo di famiglia già assicurato. 

L’applicazione della classe più favorevole è valida per i contratti assicurativi che risultino in scadenza e che devono pertanto essere rinnovati. 

Per poter sfruttare questa novità c’è un requisito che va rispettato: il consumatore che intende sfruttare la classe di merito più favorevole non deve aver causato sinistri con “responsabilità esclusiva, principale o paritaria” negli ultimi cinque anni. 

Si stima che questa novità che verrà presto introdotta porterà ai consumatori un risparmio che va dal 30 al 40%, un aiuto non indifferente per le tasche degli italiani.