Moda, i giovani chiudono la fashion week milanese [FOTO]

Da 21 a 26 settembre 71 sfilate, c'è Giamba e manca Emporio Armani

I giovani designer non sono “dei diversamente stilisti da trattare come una specie protetta”: Carlo Capasa, presidente della Camera della moda, spiega cosi’ la scelta di lasciare l’ultimo giorno di sfilate di Milano Moda Donna – solitamente presidiato da Giorgio Armani – a quattro nomi emergenti come Lucio Vanotti, Ricostru, San Andres Milano e Piccione.Piccione, accompagnati da Mila Schon. Con lo spostamento di Armani dall’ultimo al terzo giorno di passerelle, il lunedi’ e’ rimasto senza un big, con il rischio – secondo gli addetti ai lavori – di essere disertato dai giornalisti in partenza per Parigi.

“Se un grande marchio vuol chiudere ben venga, ma io – dice Capasa – ho un concetto alto dei giovani, trovo piu’ bello un giorno in cui non siano disturbati da grandi marchi. Poi non e’ detto che Armani non torni a chiudere la settimana il prossimo febbraio, intanto al suo posto ha messo un giovane, Ricostru, che sfilera’ nel suo teatro”. Preoccupazioni per l’ultimo giorno a parte, la settimana del pret-a-porter e’ allineata a quella dello scorso anno, con 71 sfilate, 90 presentazioni e 31 eventi, per un totale di 176 collezioni. Figurano per la prima volta in calendario i nomi di Giamba, Wunderkind e Ricostru, mentre non c’e’ Emporio Armani, che sfilera’ il 3 ottobre a Parigi.

“Questa stagione, eccezionalmente – ha spiegato Armani – ho deciso di presentare la collezione Emporio Armani a Parigi. I restyling del negozio e dell’Emporio Armani Caffe’ di Saint-Germain sono stati l’occasione per ripensare il luogo e il momento dello show”.

La fashion week si aprira’ il 21 settembre con un pranzo con i protagonisti del settore e le istituzioni, cui potrebbe prendere parte anche il premier Matteo Renzi, che gia’ aveva aperto la kermesse dello scorso febbraio, e con l’inaugurazione al Mudec della mostra “Crafting the Future: storie di artigianalita’ e innovazione”. L’esposizione, voluta dalla Camera Nazionale della Moda e supportata dal ministero dello Sviluppo Economico e dall’Ice, e’ curata da Franca Sozzani e sara’ visitabile gratuitamente fino al 13 ottobre. La mostra mette in relazione eccellenze artigiane e aziende del Made in Italy che stanno investendo nello sviluppo di tecnologie applicate alla moda con particolare attenzione alla sostenibilita’. Alla terza edizione, il progetto Fashion Hub Market mettera’ in mostra in Piazza Gae Aulenti le creazioni di 14 brand emergenti. Gli spazi del Fashion Hub ospiteranno l’opera “Prima scena – la presentazione”, quadro specchiante realizzato nel 2009 da Michelangelo Pistoletto.

Tra gli eventi in calendario Who Is On Next? and Vogue Talents, il Fashion Film Festival, “On Board-Il principio della creativita’”, presentata da Milano Unica, le mostre di Marie Claire e di Elle e le “Donne conturbanti” di Guido Taroni. Tra le location, accanto alla Sala Cariatidi di Palazzo Reale, anche un nuovo spazio in via Savona.

NESSUN COMMENTO

Comments