Italiani all’estero, Malvinas/Falklands: è il momento del dialogo

Sono trascorsi trenta anni da quell’oscura pagina della storia delle relazioni tra Argentina e Gran Bretagna. Trenta anni in cui il mondo è cambiato e a una logica di confrontazione bellica e di violenza si è ormai sostituita la strada della soluzione pacifica dei dossier internazionali.

In questi anni l’Argentina ha ormai voltato pagina a una feroce e brutale dittatura per trasformarsi in un paese a democrazia consolidata dove il ricordo del tempo passato è servito a costruire una solida e condivisa memoria fondata sulla pace e sul rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali.

È per questo che crediamo sia giunto il momento di tornare a dialogare sulle Isole Malvinas/Falklands e di farlo senza preconcetti e pregiudizi da entrambe le parti, con spirito costruttivo e capacità di comprendere e rispettare le ragioni delle parti.

Sappiamo che la democrazia argentina ha risolto tutte le questioni di confine ancora in sospeso con i suoi vicini latinoamericani attraverso i meccanismi del dialogo e della negoziazione diplomatica. Da parte sua, il Regno Unito è riuscito a risolvere la questione di Hong Kong con il Governo cinese con i medesimi mezzi. Ciò induce a ritenere che non dovrebbero esistere ostacoli affinché i due Governi amici possano dare inizio ad un ampio dialogo volto a risolvere questa disputa.

In questo senso, credo, altresì, che la diplomazia regionale e internazionale, nelle sue istanze più alte, possa assumersi ormai l’onere di accompagnare e sostenere gli sforzi delle due parti secondo i principi stabiliti nella Risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite n. 43/25 e ribaditi il 18 giugno 2004 dalla Risoluzione del Comitato Speciale per la decolonizzazione.

Ce lo chiedono i tanti europei che hanno trovato in Argentina una seconda patria accogliente e nuove opportunità di vita e ce lo chiedono le nuove generazioni che sulla amicizia e la coesistenza pacifica tra Europa e America latina fondano parte di una identità condivisa.

On. Gianni Pittella, Eurodeputato PD, Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo

On. Lapo Pistelli, Deputato PD, Responsabile Politica estera e Relazioni Internazionali

On. Fabio Porta, Deputato PD, eletto nella Ripartizione America meridionale

NESSUN COMMENTO

Comments