Auto, Volkswagen vittima spionaggio industriale cinese Faw

Volkswagen sta indagando su un caso di spionaggio industriale ai propri danni di cui si sarebbe resa protagonista l’azienda cinese Faw, nata da una joint venture tra la casa tedesca e lo Stato cinese. Lo ha confermato oggi la stessa Volkswagen, rispondendo alle rivelazioni in proposito dell’Handelsblatt. Secondo quanto riportato oggi dal quotidiano economico, la cinese Faw – che collabora con Wolfsburg dal 1991 – avrebbe raccolto offerte da fornitori Volkswagen per produrre la trasmissione di un modello di auto da commercializzare in Russia, dove sarebbe tra l’altro andata a fare concorrenza alla stessa multinazionale tedesca. Un caso di spionaggio ‘sistematico e pianificato’, scrive Handelsblatt, gia’ noto da settimane ai manager della piu’ grande casa d’auto europea. ‘Verificheremo certamente la vicenda’, ha chiarito oggi un portavoce di Volkswagen, per cui la Cina – cui nel primo semestre sono state consegnate 1,3 milioni di auto, una su tre – e’ oggi il mercato piu’ importante.

NESSUN COMMENTO

Comments