Studenti fuori sede: le difficoltà di vivere soli

Essere uno studente fuori sede, magari appena uscito dalle superiori, è sicuramente un’esperienza che da certi punti di vista ti catapulta nella vita adulta

Quello degli studenti fuori sede è un fenomeno ormai ampiamente diffuso in Italia, con tanti ragazzi universitari che decidono di andare a studiare in atenei lontani da casa.

Principalmente questo spostamento interessa gli studenti del sud e delle isole, che vanno al centro o al nord: secondo Almalaurea è ben il 23,9% la porzione di studenti del Mezzogiorno che decidono di andare a studiare altrove in Italia. Al contrario, il 97% degli studenti del nord e circa il 90% di quelli del centro scelgono invece di continuare l’università nella stessa zona geografica di provenienza.

Affitti cari impongono risparmi in bolletta

Chiaramente, la stragrande maggioranza di questo flusso di studenti fuori sede riempie le città che ospitano atenei come Roma, Bologna, Firenze o Milano, per citarne qualcuna. Gli affitti nei centri urbani hanno però spesso prezzi insostenibili, specie per uno studente senza lavoro che va quindi a gravare economicamente sulle spalle dei genitori. Tra le città con affitti più alti in Italia ci sono proprio Milano, Roma e Firenze, con Venezia appena fuori dal podio: tutti posti che attraggono ogni anno migliaia di studenti universitari.

Se quindi i canoni di locazione sono alti bisogna cercare di risparmiare su altro, in primis le bollette: è bene dedicare del tempo alla ricerca della migliore offerta luce e gas confrontando le tante proposte presenti sul mercato, per scegliere poi quella più adatta alle proprie esigenze e alle proprie tasche. In questo ambito viene in aiuto anche la tecnologia, con delle app ad esempio che aiutano a tenere sotto controllo i consumi di energia: le piattaforme sono diverse, esistono per tutti i sistemi operativi e permettono di inserire manualmente i consumi o si avvalgono dell’aiuto di sensori da collegare direttamente al contatore, in modo da facilitare una visione d’insieme dell’utente.

Cose che ogni aspirante studente fuori sede dovrebbe sapere

Essere uno studente fuori sede, magari appena uscito dalle superiori, è sicuramente un’esperienza che da certi punti di vista ti catapulta nella vita adulta.

Ci sono alcune cose che probabilmente lo studente fuori sede medio avrebbe voluto sapere prima di partire, come il fatto di dover inevitabilmente imparare a cucinare per non spendere soldi in food delivery ogni giorno, oppure quello di doversi rimboccare le maniche e pulire ambienti comuni come bagno e cucina: non c’è nessun altro che lo farà al posto tuo.

Occhio poi ai coinquilini: dividere casa con altre persone non è semplice come si può pensare, per cui la scelta deve essere particolarmente oculata per non avere problemi.