Renzi, “la manovra del governo è un suicidio finanziario”

“M5S e Lega al governo stanno sfasciando l’economia senza mantenere le promesse elettorali: un autogol semplicemente impressionante”

Matteo Renzi

Matteo Renzi torna ad attaccare il governo gialloverde e lo fa, ancora una volta, sulla manovra economica. Dopo avere ricordato che l’Europa ha bocciato la manovra del governo italiano, la domanda retorica: “Ma se tutti vogliono bocciare l’Italia di Salvini, con chi la fa l’alleanza la Lega? Nel frattempo gli italiani hanno perso in sei mesi 300 miliardi di euro”.

M5S e Lega al governo “stanno sfasciando l’economia – sostiene Renzi – senza mantenere le promesse elettorali: un autogol semplicemente impressionante”.

“Gli speculatori internazionali godono, le famiglie italiane pagano, il Nord leghista prima o poi si renderà conto che questa non è una manovra: è un suicidio finanziario senza precedenti. E il conto lo pagano gli italiani”.

Renzi, poi, su Facebook posta un video con interviste agli operai del cantiere del Terzo Valico: “Questi sono gli operai del Terzo Valico, un’opera pubblica che il nostro Governo ha finanziato e che serve moltissimo a Genova e a tutta la Liguria”. “Il ministro Toninelli – prosegue Renzi – la vuole inspiegabilmente bloccare: le ‘brillanti intuizioni’ di quest’uomo sono ormai un problema anche per chi ha votato Cinque Stelle e Lega, figuratevi per gli altri”.

“Gli operai urlano: vogliamo lavorare. Siamo alla follia. C’è un’opera pubblica che serve, ci sono i fondi già stanziati, c’è la gente che lavora. E un ministro che vuole bloccare tutto per dare (forse) agli operai il reddito di cittadinanza. E la gente urla: vogliamo lavoro, non reddito di cittadinanza. Bloccare le opere pubbliche – evidenzia l’ex premier in conclusione – significa bloccare il futuro dell’Italia”.