Niente più code al Pronto Soccorso con CODICE VERDE

Un modello sanitario innovativo che permette di mettere subito tutti i pazienti al centro dell’attenzione e delle cure e, allo stesso tempo, di contribuire a snellire le affollate liste di attesa nei P.S. pubblici

Lunghe ed estenuanti code al Pronto Soccorso? Non più, grazie a Codice Verde, il primo e unico poliambulatorio di Milano organizzato come un Pronto Soccorso privato, dedicato esclusivamente ai codici bianco e verde.

Secondo il Triage, ovvero la procedura internazionale che consente di suddividere i soggetti in base alla gravità delle lesioni riportate e del loro quadro clinico, i codici di colore bianco e verde comprendono quei casi potenzialmente invalidanti ma di minore urgenza che possono essere trattati dal medico di base o da uno specialista.

Nato da un’intuizione del Dottor Carlo Zampori, medico specializzato in Chirurgia d’urgenza e Pronto Soccorso, e dalla determinazione di Angela Masserini, Codice Verde propone un modello sanitario innovativo che permette di mettere subito tutti i pazienti al centro dell’attenzione e delle cure e, allo stesso tempo, di contribuire a snellire le affollate liste di attesa nei P.S. pubblici.

Stando alle ultime statistiche, infatti, le richieste di aiuto per casi non gravi a Milano in un anno sfiorano il 91% del totale, con punte, per lo più di lunedì, di oltre 67mila codici bianco e verde.

Con Codice Verde, il Triage, ovvero la procedura per la corretta definizione della patologia e la sua gravità, viene eseguito telefonicamente, così da poter indirizzare il paziente verso il giusto specialista, e con un appuntamento in tempi brevissimi.

Con Codice Verde, è possibile ottenere le migliori cure nel minor tempo possibile, offrire al paziente un supporto fin dalla prima telefonata, una visita approfondita con lo specialista più idoneo, ed eventualmente organizzare un intervento ambulatoriale in tutta sicurezza se necessario, seguito dai relativi controlli medici.

Tutti i medici e gli specialisti di Codice Verde parlano perfettamente l’Inglese, così da poter svolgere le consulenze in lingua straniera. Gli addetti al triage parlano anche tedesco, spagnolo e francese.

In una città sempre più cosmopolita, che accoglie turisti, studenti stranieri e lavoratori dall’estero, Codice Verde offre un servizio essenziale.

«Durante il Salone del Mobile e le fiere, capita spesso che qualche espositore si ferisca accidentalmente o accusi qualche malessere. E spesso, dopo aver aspettato alcune ore in ospedale, ci contatti», racconta il direttore sanitario Carlo Zampori. «Sono innumerevoli le visite ortopediche per traumi da incidente, le dermatiti curate, le coliche addominali che trattiamo e molte altre patologie che costringerebbero gli stranieri, così come gli italiani, a faticose ricerche di un medico prontamente disponibile. La soluzione? Codice Verde».