Italiani all’estero, Luciano Pezzotti Ambasciatore d’Italia in Giordania

Nel 1991 ha svolto il suo primo incarico all'estero presso l'Ambasciata d'Italia a Teheran, Iran, fino al 1995, quando assunse servizio presso la Rappresentanza Permanente d'Italia presso la Nato a Bruxelles

La Farnesina rende noto che, a seguito del gradimento del Governo interessato, il Consiglio dei Ministri ha deliberato la nomina di Luciano Pezzotti quale Ambasciatore d’Italia ad Amman.

In un comunicato si apprende che Luciano Pezzotti è nato a Rieti il 15 dicembre 1959 e ha conseguito la laurea in scienze politiche presso l’Università Luiss nel 1984. Ha fatto il suo ingresso in carriera diplomatica nel 1988, prestando servizio presso la Direzione Generale per l’Emigrazione e gli Affari Sociali e, successivamente, presso il Servizio Stampa e Informazione.

Nel 1991 ha svolto il suo primo incarico all’estero presso l’Ambasciata d’Italia a Teheran, Iran, fino al 1995, quando assunse servizio presso la Rappresentanza Permanente d’Italia presso la Nato a Bruxelles, in Belgio. Nel 1999 ha fatto rientro alla Farnesina prestando servizio prima presso la Direzione Generale del Personale e, successivamente, alla Segreteria Generale.

Dal 2001 è stato Console Generale ad Istanbul, in Turchia, fino al 2006, quando è tornato a Roma in qualità di Capo Ufficio Medio Oriente alla Direzione Generale Paesi Mediterraneo e Medio Oriente. Nel 2008 ha assunto servizio a Gerusalemme in qualità di Console Generale. Dal 2012 ha ricoperto la carica di Ambasciatore a Kabul, dove è rimasto fino al 2016, quando è stato nominato Inviato speciale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per il Corno d’Africa.

Dal dicembre 2020 ha prestato servizio in qualità di Consigliere Diplomatico presso il Ministero dello Sviluppo economico. Dall’1 marzo 2021 ha svolto le funzioni di Consigliere Diplomatico del Ministro per le Politiche Agricole e Attività Forestali. È Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.