Italiani all’estero, Consolato generale d’Italia a Londra aumenta appuntamenti per i passaporti

La sede consolare ripristinerà gradualmente l'operatività del call centre per la prenotazione di appuntamenti per il servizio passaporti

A partire da oggi, lunedì 22 marzo, il Consolato generale d’Italia a Londra ripristinerà gradualmente l’operatività del call centre per la prenotazione di appuntamenti per il servizio passaporti. Il servizio sarà disponibile dal lunedì al venerdì tra le 8.15 e le 12.30. È quanto comunica il Consolato in una nota in cui raccomanda a chi ha più familiarità con internet – e quindi con il Prenota online – di lasciare libera la linea telefonica a coloro che hanno maggiori difficoltà ad accedere alla rete, come gli anziani e le categorie vulnerabili.

Il Consolato Generale ha anche programmato il progressivo aumento degli appuntamenti in funzione dell’alleggerimento previsto dalle autorità britanniche delle restrizioni in vigore a partire dal mese di aprile. Pertanto, sono già stati messi a disposizione degli utenti circa 1.200 ulteriori slot per passaporti mattutini (rilasciati “a vista”); a partire dal 6 aprile, verranno riattivati anche gli appuntamenti pomeridiani (il passaporto sarà spedito per posta all’utente entro tre giorni lavorativi).

Un ulteriore aumento degli appuntamenti prenotabili dall’utenza, così come la riapertura del servizio walk-in senza appuntamento per autentiche di firma e fotografie, è previsto a partire dalle prossime settimane sempre che il consolidamento del miglioramento della situazione sanitaria nel Regno Unito lo consentirà.

Il Consolato, infine, ricorda che sono sempre disponibili i servizi di erogazione degli Emergency Travel Document per il rimpatrio (a prescindere dalle motivazioni del viaggio e valido fino ad un massimo di 5 giorni dall’emissione) e che rimane aperto il canale d’emergenza senza appuntamento per i passaporti in situazioni di reale e comprovata urgenza di carattere sanitario, personale o professionale.

Dall’inizio del 2021, rendono noto da Londra, il Consolato Generale ha già emesso 6500 passaporti, confermandosi di gran lunga il primo ufficio consolare italiano nel mondo per tale servizio, con una quota di passaporti emessi pari all’11% di quelli erogati da tutta la rete diplomatico-consolare nel mondo, costituita da oltre 220 tra Ambasciate e Consolati. Il dato, oltretutto, è in linea con quello conseguito nel 2020, durante il quale (nonostante tutte le limitazioni connesse all’emergenza sanitaria) sono stati emessi oltre 25 mila passaporti. (aise)