Italiani all’estero, caso Luca Ventre: Ungaro (Iv) interroga Di Maio

L’interrogazione dell’On. Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto nella ripartizione estera Europa: “La Farnesina chiarisca i dettagli sulla morte del connazionale a Montevideo”

“Sono tanti i dubbi che aleggiano intorno alla tragica morte dell’italiano Luca Ventre, avvenuta il 1° gennaio 2021, a Montevideo in Uruguay. Quel giorno il 35enne di origini lucane si è introdotto scavalcando il muro di cinta nell’ambasciata italiana della capitale uruguaiana. Le immagini delle telecamere di sorveglianza lo mostrano mentre viene fermato da un poliziotto uruguaiano che lo immobilizza tenendolo per il collo . Il trentacinquenne non riprende più conoscenza: verrà dichiarato morto in ospedale qualche ora. Ventre si era messo in contatto poco prima con i familiari sentendosi in pericolo di vita e manifestando l’intenzione di tornare al più presto in Italia. Apprendo delle indagini in corso da parte della magistratura italiana e uruguaiana e chiedo alla Farnesina la massima disponibilità e collaborazione per far luce su questa triste vicenda”. Così commenta la morte di Luca Ventre l’On. Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto nella Circoscrizione Estero-Europa, presentando un’interrogazione scritta rivolta al Ministro Di Maio per conoscere quanto accaduto a Montevideo e le ragione della morte del connazionale Luca Ventre.