“Dalla Giunta Raggi 300mila euro ai nomadi mentre Roma è paralizzata”

“Si continuano a consumare le risorse comunali sulla questione rom, senza peraltro risolverla, quando nei Municipi mancano i fondi per i servizi essenziali ai cittadini romani bisognosi”

“La Giunta Raggi, in piena continuità con la sinistra, continua a elargire soldi alle cooperative che si occupano della gestione dei servizi in favore dei nomadi. In data 23 settembre 2016, infatti, dal dipartimento Politiche sociali del Comune con Determinazione dirigenziale n° QE/3027/2016 sono stati affidati all’Arci Solidarietà, in qualità di RTI costituito con Ermes cooperativa sociale onlus, ben 282.990,00 euro per due camper in favore delle popolazioni rom, sinti e camminanti per la gestione ed implementazione dello sportello di accoglienza, mediazione linguistico culturale e segretariato sociale”. Lo dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.

“La gara per l’affidamento di questi servizi varata e assegnata alla fine dello scorso mese di settembre avrà una durata complessiva di 21 mesi. Il tutto ricade nell’ambito dell’attuazione del piano inclusione dei nomadi di Roma capitale”.

“Non comprendiamo l’ottusa volontà da parte dell’amministrazione Raggi – continua Santori – di proseguire a consumare le risorse comunali sulla questione rom, senza peraltro risolverla, quando nei Municipi mancano i fondi per i servizi essenziali ai cittadini romani bisognosi. E se da una parte ha davvero dell’incredibile come cooperative dei soliti noti, già toccate a diverso titolo dall’inchiesta su Mafia capitale, riescano a sopravvivere a scandali, inchieste e amministrazioni, dall’altra è incomprensibile come il M5S proceda tanto speditamente sull’elargizione di soldi per i nomadi mentre la città è praticamente paralizzata su ogni versante – conclude l’esponente di Fratelli d’Italia -, dal trasporto pubblico alla raccolta rifiuti, dalla manutenzione delle strade al verde”.