Bolsonaro, “quel terrorista di Battisti è fuggito all’estero oppure si nasconde da un compagno”

Il presidente eletto, Jair Bolsonario, si e' congratulato con il suo predecessore, Michel Temer, per aver firmato il decreto di estradizione di Battisti

Dov’è finito Cesare Battisti? Il terrorista italiano è in fuga, “o ha lasciato il Brasile oppure è nascosto da qualche suo compagno”, ha detto poco fa Jair Bolsonario, presidente eletto del Brasile che si insedierà il primo gennaio.

Battisti secondo alcune fonti potrebbe trovarsi in Bolivia, ma non esistono conferme. A margine di una riunione del suo futuro gabinetto ministeriale, Bolsonaro ha sottolineato che Battisti “e’ un terrorista che faceva parte dei Proletari Armati per il Comunismo, ha ucciso quattro cittadini italiani, e per questo e’ stato messo sotto processo e condannato”.

Il presidente eletto si e’ congratulato con il suo predecessore, Michel Temer, per aver firmato il decreto di estradizione di Battisti, dopo che la settimana scorsa un magistrato del Supremo Tribunale Federale (Stf) aveva emanato un ordine d’arresto contro l’ex terrorista, attribuendo al capo dello Stato la facolta’ di decidere sulla richiesta di estradizione presentata dalla giustizia italiana. Da allora Battisti – che viveva da anni a Cananeia, sulla costa dello Stato di San Paolo – si e’ reso irreperibile.