Usa, il sindaco di New York agli studenti: fate gli idraulici, conviene

Gli abitanti di New York ai consigli di vita del loro sindaco sono abituati. Prima la crociata contro le bibite extra-large, poi quella contro il fumo. Adesso il primo cittadino-milionario Michael Bloomberg ha deciso di farsi carico degli studenti che non eccellono all’universita’ ai quali suggerisce di lasciar perdere gli studi e darsi alla ben piu’ redditizia professione dell’idraulico.

Un appello, quello rivolto dal sindaco di New York nel suo programma radiofonico del venerdi’ sera, che ricorda un po’ la bacchettata del 2007 ai ‘bamboccioni’ italiani dell’allora titolare dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, e magari il ‘choosy’ dell’ex ministro Elsa Fornero. Ma suona anche simile, visto il pulpito da cui arriva, ai verdetti del Briatore manager-selezionatore del programma ‘The apprentice’, che in America ha spopolato grazie a Donald Trump.

‘Per lo studente medio, diventare un idraulico potrebbe essere una soluzione migliore che frequentare Harvard’, ha dichiarato Bloomberg, laureato per parte sua proprio ad Harvard. Per il sindaco, se si decide di mollare il college, non si avra’ neanche piu’ il problema di ripagare i ‘prestiti’ che gli studenti americani ottengono per finanziarsi gli studi. Un idraulico, insiste il primo cittadino di New York, comincia la sua carriera con meno debiti e un salario piu’ alto di chi e’ appena uscito dall’universita’. Uno studente ‘spende in quattro anni 40-50.000 dollari in tasse senza guadagnare un soldo’, argomenta, basando i suoi calcoli sul costo delle universita’ piu elitarie degli Stati Uniti e non considerando il fatto che si puo’ ottenere un buon livello d’istruzione anche a prezzi piu’ bassi. Ma c’e’ un altro vantaggio a perseguire una carriera di idraulico, secondo il sindaco di New York: il tuo lavoro non sara’ mai rimpiazzato da un computer. ‘E’ difficile automatizzare quel mestiere….’.

Bloomberg ha due figlie, Emma di 34 anni e Georgina di 30, entrambe laureate in prestigiosi college Usa. La piu’ piccola a 20 anni e’ stata protagonista di un reality show costruito su misura per lei della Hbo e intitolato ‘Nati ricchi, chiamarsi Bloomberg fa schifo’ (‘Born Rich, ‘Having the last name Bloomberg sucks’).