SVIZZERA | Tutti a Berna l’8 dicembre, italiani all’estero protagonisti

Verrà festeggiato il cinquantesimo anno dalla fondazione del C.T.I.M., l’appuntamento per chiunque voglia partecipare è alle 16 e 30 in Bühlstrasse 57

Sabato 8 dicembre, presso la Casa d’Italia, verrà festeggiato il cinquantesimo anno dalla fondazione del C.T.I.M., l’appuntamento per chiunque voglia partecipare è alle 16 e 30 in Bühlstrasse 57, nella splendida città di Berna, capitale e fulcro culturale di tutta la Svizzera.

Presenterà gli interventi la delegata nazionale del C.T.I.M. Svizzera, dott.ssa Manuela Orrigo, già membro del Consiglio Direttivo del C.T.I.M. e da sempre attiva nel mondo dell’associazionismo italiano in Svizzera.

Dopo aver partecipato alla celebrazione dei 50 anni del C.T.I.M. a Roma, svoltasi lo scorso 13 novembre, è pronta a festeggiare con tutti i connazionali residenti nella confederazione elvetica – nazione nella quale ha costruito la sua vita familiare lavorativa e politica – questi 50 anni di storia, di lotte e di conquiste, sulla quale porre le basi per un futuro da scrivere insieme.

Un evento a cui parteciperanno il Presidente Vincenzo Arcobelli, il Segretario Generale On. Roberto Menia e i maggiori esponenti delle istituzioni italiane in Svizzera (Ambasciata d’Italia, CGIE e Comites).

La dott.ssa Orrigo presenterà altresì, come ospite dell’evento, l’ASDLI (Associazione svizzera della lingua italiana) della quale è Vice-Presidente in carica.

L’8 dicembre la comunità italiana e italofona, presente in Svizzera, potrà essere certa di partecipare ad un evento unico nel suo genere per intenti e progetti, oltre che godersi l’atmosfera unica che questo evento dall’anima tricolore sarà in grado di creare.

Un gustoso aperitivo e la splendida voce di Annamaria Zecca allieteranno i presenti dalle ore 18 e 30 in poi, lasciando aperta la possibilità a tutti di poter cenare presso il ristorante della Casa d’Italia di Berna, rinomato per la qualità della sua cucina tradizionale italiana.

La vostra partecipazione non potrà che aggiungere la miglior cornice ad una giornata degna di essere vissuta intensamente e che sicuramente darà inizio a eventi futuri altrettanto accattivanti e originali per proporre, promuovere e sostenere la lingua e la cultura italiana oltre i confini nazionali e nei 26 cantoni svizzeri.