Italiani all’estero, Romagnoli (PdL): con Monti condizioni degli italiani peggioreranno

Massimo Romagnoli continua senza sosta il proprio tour elettorale in Europa. A stretto contatto con i connazionali, li ascolta e dà loro risposte. Uno dei temi più sentiti dagli italiani all’estero è quello che riguarda la tassa sulla prima casa in Italia. Il governo Monti, infatti, classifica come seconda abitazione la casa che un italiano residente all’estero possiede in Italia, e a questa applica l’aliquota Imu più alta: “una vera iniquità, pura discriminazione da parte del governo Monti nei riguardi degli italiani nel mondo”, dichiara Romagnoli, presidente del Movimento delle Libertà e candidato alla Camera dei Deputati nella ripartizione estera Europa. “Con il governo guidato da Mario Monti – spiega Romagnoli – la situazione in Italia è peggiorata: i numeri parlano chiaro e gli indicatori economici – spread a parte – sono tutti contro il Professore. Non possiamo che avvertire gli elettori: con Monti le condizioni di vita degli italiani peggioreranno. Il Popolo della Libertà ha già prevista l’eliminazione dell’Imu nel primo Consiglio dei ministri e personalmente mi batterò per fare in modo che gli italiani residenti all’estero ricevano lo stesso trattamento, riguardo l’imposta sulla casa, degli italiani residenti in Patria”.

Il candidato del PdL ha in programma iniziative e incontri nei vari Paesi Ue. Per seguirlo nella sua attività, e nella sua agenda, potete visitare il sito web http://www.movimentodelleliberta.it.