Governo, Sel: ‘PdL definisce agenda di governo’. Renzi: ‘Imu cambiale pagata al Cav’

Tra la Fiom e il Pd, Gennaro Migliore non ha dubbi. "Sono d’accordo con Landini – assicura il capogruppo di Sel alla Camera, intervistato dalla Stampa -. Mi sembra strano che ci sia una polemica più aspra nei nostri confronti, che siamo andati in piazza con la naturale base sociale del centrosinistra, piuttosto che con il Pdl che invece in piazza attacca principi costituzionali come l’indipendenza della magistratura". Siete la sinistra che scappa come dice Epifani? "Trovo le parole di Epifani frutto di nervosismo comprensibile per chi usa la parola responsabilità per giustificare l’accordo con il Pdl che è la sconfessione di una linea politica alla quale si è lavorato per anni e che non si è mai discusso come cambiare se non attraverso l’imboscata di 101 parlamentari che hanno deciso di affossare Prodi e cancellare l’esperienza Bersani". Secondo Migliore, "è il Pdl che sta definendo l’agenda di governo. Bisognerebbe lavorare per togliere l’iniziativa dalle mani di Berlusconi. Ad esempio cominciando con la cancellazione dell’attuale legge elettorale. Ma anche su questo vedo imbarazzo, un’autocensura”.

Anche secondo Matteo Renzi l’attuale governo sta pagando “cambiali” al Cavaliere: “L’Imu – dice il sindaco di Firenze – e’ una cambiale che si paga all’accordo con Berlusconi. Io credo che sia giusto abbassare le tasse, ma mi piacerebbe capire da dove partire. Noi a Firenze abbiamo abbassato l’Irpef". "La sinistra che piace a me deve uscire dall’idea che le tasse siano l’unico motore per la crescita di un territorio – ha aggiunto Renzi -, in Italia si lavora fino al venti luglio per far contento il fisco".