Crosetto (Fdi): presto il Pd sarà padrone assoluto dell’Italia

Guido Crosetto, ieri deputato del Pdl e oggi, con Giorgia Meloni, anima e motore di Fratelli d’Italia, in un’intervista ad Avvenire mette sul banco degli imputati il partito di centrodestra più forte: Forza Italia.

“Il centrodestra non c’e’ e non ha futuro. E’ uno schieramento morto. Senza idee. Senza prospettive. Senza leader. E senza una linea politica. Oggi Renzi ha il 40,8 per cento e con un quadro cosi’ puo’ solo crescere ancora. Vuole la mia previsione? Presto il Pd governera’ l’ottanta per cento dei comuni e 18 Regioni; presto sara’ padrone assoluto dell’Italia".

Gli azzurri “sono schiacciati nella protezione di Berlusconi” e di fatto il centrodestra “è rassegnato a lasciare a Renzi ogni iniziativa politica e programmatica".

La scommessa di Crosetto: "Vuole una previsione? Tra qualche mese un buon pezzo della classe dirigente di Grillo sara’ nel Pd. Li’ c’e’ democrazia interna, ci sono meccanismi democratici. Uno come Luigi Di Maio, bravo e ambizioso, potrebbe giocare la sua partita nel Pd".

Crosetto indica un percorso per uscire dalle sabbie mobili: "Punto uno: via gli egoismi e i personalismi. Punto due: regole e democrazia interna. La sfida e’ costruire il Pd del centrodestra. Un partito aperto dove ci sono Civati e Renzi, Chiti e Boschi. Un partito capace di attrarre. Di mettere insieme storie e culture diverse. Di rispettare idee e di lasciare che si confrontino. Un partito capace di mettere insieme le forze vive del centrodestra: la Forza Italia di Fitto, la Lega di Salvini, Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni. E un gruppo serio del Nuovo Centrodestra. Berlusconi e il suo cerchio magico non vogliono costruire un’alternativa a Renzi. Gli interessa solo la protezione politica del Cavaliere. C’e’ una speranza che rinasca uno schieramento alternativo a Renzi, ma prima deve uscire di scena Berlusconi".