Yemen, Uccisi 6 miliziani di al-Qaeda

Anti-government protestors shout slogans during a demonstration demanding the resignation of Yemeni President Ali Abdullah Saleh in Sanaa, Yemen, Sunday, May 29, 2011. Yemen's embattled president and the country's most powerful tribal leader have agreed to end five days of gunbattles that killed 124 people and pushed the country's political crisis closer to civil war. Banner on right reads in Arabic, "Letter to the whole world, there is no terror or al-Qaida in Yemen, the terror is Ali Saleh, and his corrupted government, because Ali Saleh created terror in the world, and we should get rid of Ali Abdullah Saleh and his government...." (AP Photo/Hani Mohammed)

Nella provincia di Abyen, nel sud dello Yemen, sono stati uccisi almeno sei miliziani di al-Qaeda, durante gli scontri con le truppe governative yemenite.

Tra i miliziani di al-Qaeda uccisi vi sono anche un saudita e un siriano.

 I combattimenti sono iniziati dopo un attacco degli uomini di al-Qaeda contro una postazione delle truppe governative a est di Zinjibar, capoluogo di Abyen. Una ‘fonte vicina ad al-Qaeda’ ha confermato alla Xinhua il bilancio degli scontri, affermando che ‘la maggior parte delle vittime sono stranieri’.

NESSUN COMMENTO

Comments