Vittorio Feltri shock: voterei Grillo. Di Pietro? Lo vedrei bene al Colle (VIDEO)

Sorprendente dichiarazione di Vittorio Feltri, giornalista da sempre schierato con il centrodestra berlusconiano: “Oggi voterei per Beppe Grillo”, dichiara intervistato a La Zanzara di Radio24. E poi confessa: “Provo un certo godimento, degli orgasmi, a vedere Grillo sfasciare tutto. Il nostro sistema politico e’ talmente marcio che spero che dal grande caos rinasca tutto”. Dunque, al posto del classico – quando mai abusato – ‘meno male che Silvio c’è’, ora Feltri suona un’altra musica: “Meno male che c’è Grillo – osserva -, ma vi rendete conto di cosa ha fatto in Sicilia? Andare li’ a nuoto, un’impresa meravigliosa. Dopo la nuotata la mia stima per lui e’ aumentata tantissimo. Mi affascina chi fa casino, e’ bello stare a vedere quanto riuscirà a sfasciare, una meraviglia”. Però le donne del Movimento 5 Stelle, fanno notare i conduttori del programma, criticano Grillo per la frase sul punto G… Feltri: “Pensavano forse di essersi iscritte al Rotary?”.

Feltri sorprende anche quando parla del leader dell’Italia dei Valori: Tonino al Colle? “Sarei contentissimo. Lo stimo molto. Personalmente non mi ha mai querelato, ha sempre portato in tribunale Il Giornale. Spesso ci vediamo a cena e abbiamo un ottimo rapporto”. Ed è proprio Di Pietro che Feltri sceglierebbe come compagno di una cena: lo preferirebbe persino a Berlusconi. A meno che Silvio non lo inviti “per il bunga bunga”, scherza il giornalista. Che poi torna più serio: “Almeno Di Pietro non dice le barzellette e usiamo entrambi un linguaggio contadino. Sono piu’ a mio agio con lui, che non vuole fare la primadonna come Silvio”. Però Di Pietro in questi giorni, dopo il servizio di Report, è abbastanza incasinato: “Sono tutte cose montate bene in tv”, commenta Feltri, “l’hanno voluto fregare, come fanno con Berlusconi”. Non c’è che dire: Vittorio Feltri, in un modo o nell’altro, riesce sempre a spiazzare chi lo segue.

Tornando alle opinioni di Feltri su Grillo, non è la prima volta che il fondatore di Libero dimostra di essere attirato dalla politica del giullare genovese. Qualche mese fa, su La7 (il video in questa pagina), Feltri spiegava: “In questo momento vedo solo voglia di distruggere. Ecco perché cresce il Movimento di Grillo. Questo fenomeno deve preoccupare tutti i partiti. Chi vota Grillo non fa una scelta di tipo anti-politico, ma fa una scelta nervosa: chi voterà Grillo si sfogherà come qualcuno che spunta in faccia a qualcun altro”.

NESSUN COMMENTO

Comments