Violenza sessuale nei confronti della figlia della compagna, 8 anni di carcere a un 51enne dell’Ecuador

I fatti risalgono a molti anni fa, quando l'ecuadoriano, la compagna e la figliastra, vivevano a Monza. La vittima dei presunti abusi, arrivata a 17 anni, aveva poi deciso di raccontare tutto alla madre

Una sentenza esemplare, arrivata con la condanna in primo grado. Otto anni di carcere e un risarcimento di 25 mila euro alla figlia della compagna. La sentenza è stata pronunciata oggi al termine del processo con rito abbreviato dal gup di Monza nei confronti di un 51enne dell’Ecuador accusato di aver abusato per anni della ragazza fin da quando era alla scuola elementare.

I fatti, come riporta l’Ansa, risalgono a molti anni fa, quando l’ecuadoriano, la compagna e la figliastra, vivevano a Monza. La vittima dei presunti abusi, arrivata a 17 anni, aveva poi deciso di raccontare tutto alla madre. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, gli abusi sarebbero iniziati nel 2008 e sarebbero durati fino a due anni fa, quando la famiglia si e’ trasferita a Torino.

Il giudice, da quanto e’ stato riferito, ha invece assolto l’uomo dalle accuse di maltrattamento alla ex moglie, madre della bambina.

Paolo Rivolta, l’avvocato dell’uomo, ha assicurato: “Ricorreremo certamente in appello dopo aver letto le motivazioni”.