Viminale, in Veneto 127 nuovi agenti di polizia oltre a 206 carabinieri

È il piano di potenziamento delle forze dell'ordine per il Veneto, grazie al piano di assunzioni voluto dal ministro dell'Interno Matteo Salvini

Matteo Salvini, vicepremier e ministro dell'Interno

La città di Padova sta subendo una raffica di furti. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini segue la situazione preoccupato. Il sindaco della città si è detto pronto a scrivere al Viminale.

“Prendo atto che molti amministratori di centrosinistra chiedono aiuto al governo dopo anni di sciagurate politiche buoniste targate Pd”, nota il ministro. A Padova, ha fatto sapere, “arriveranno entro febbraio 40 nuovi poliziotti in un piano di riorganizzazione già cominciato in queste settimane. E che sarà accompagnato dall’arrivo di carabinieri in più”.

Centoventisette nuovi agenti di polizia da qui a febbraio, oltre a 206 carabinieri. È il piano di potenziamento delle forze dell’ordine per il Veneto dove arriveranno anche altri ragazzi e ragazze in divisa, grazie al piano di assunzioni voluto dal ministro dell’Interno e che darà al Paese 10mila professionisti in più tra polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili del fuoco. “Passiamo dalle parole ai fatti”, spiega il responsabile del Viminale.

C’è il tempi di un breve tweet per commentare l’incontro tra Saviano e Marcon: “Saviano promuove il suo libro andando a Parigi ad abbracciare Macron. Chi si somiglia si piglia. Speriamo solo che Emmanuel non ce lo rimandi indietro come fa con gli immigrati. Liberte’, pubblicite’, tienilo te…”, cinguetta il vicepremier.