Venezuela, Maduro accusa gli Usa di ingerenza

Il prossimo 26 marzo si terrà una manifestazione contro l'ingerenza degli Stati Uniti a cui il presidente medita di partecipare

Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro ha accusato gli Stati Uniti di fare pressione sui governi di altri Paesi al fine di assicurarsi il loro sostegno per intromettersi negli affari del Venezuela.

“Il Dipartimento di Stato statunitense ha mobilitato i suoi ambasciatori in tutto il mondo” ha detto Maduro all’emittente Globovision. Aggiungendo che il prossimo 26 marzo si terra’ una manifestazione contro l’ingerenza degli Stati Uniti a cui medita di partecipare.

Le relazioni tra Usa e Venezuela sono deteriorate da tempo, specie dopo le presunte violazioni dei diritti umani avvenute durante le proteste a Caracas contro il governo di Maduro nel 2014. L’allora presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha approvato sanzioni contro diverse personalita’ venezuelane ritenute responsabili delle violazioni dei diritti umani.