Venezuela, il dittatore Maduro vola a Pechino per chiedere soldi ai cinesi

Dopo avere portato il Venezuela al disastro, il dittatore rosso vola a Pechino per chiedere sostegno contro la crisi che vive il Paese sudamericano

Nicolas Maduro

Nicolas Maduro, dittatore venezuelano, si trova a Pechino per una visita di quattro giorni alla ricerca di sostegno contro la drammatica situazione economica del Venezuela. Crisi che per altro ha provocato egli stesso, con le folli politiche messe in atto dal suo governo.

Il presidente cinese Xi Jinping, in base al resoconto della tv statale Cctv, ricevendo Maduro ha affermato: “Cina e Venezuela devono potenziare la reciproca e amichevole fiducia e premere per la cooperazione di mutuo beneficio”. Maduro da parte sua ha definito la relazione tra i due Paesi come “un modello della cooperazione internazionale”.

Soltanto negli ultimi dieci anni la Cina ha erogato prestiti al Paese sudamericano per oltre 50 miliardi di dollari, in parte ripagati con la spedizione di petrolio, ma restano ancora da saldare 20 miliardi.

Maduro ha inoltre avuto un faccia a faccia con il premier Li Keqiang, che ha assicurato “ogni tipo di assistenza nell’ambito dei nostri mezzi”, ha riferito sempre la Cctv.