Venezia esige turismo qualificato, pubblico e privati al lavoro

La Giunta comunale ha approvato su proposta dell’assessore al turismo, Paola Mar, l’istituzione a Venezia dell’Organizzazione di Gestione della Destinazione turistica (Ogd): un sistema di pianificazione, previsto da una legge regionale, che mira a creare sinergie e forme di cooperazione fra soggetti pubblici e privati per lo sviluppo di un turismo qualificato attraverso linee strategiche condivise.

"E’ il punto di partenza per lo sviluppo del sistema turistico della Citta’ di Venezia, del suo centro storico, della Terraferma e delle isole – e’ il commento dell’assessore Mar -. Per la prima volta in citta’ viene istituito un tavolo di confronto che per troppi anni e’ mancato, creando un’occasione di dialogo, sviluppo e crescita con gli operatori privati del settore che registra il maggior indotto nel Comune, con circa 8.000 imprese direttamente impiegate e circa 40.000 addetti. Aderendo all’Ogd, per il tramite delle proprie associazioni, le imprese turistiche potranno partecipare a pieno titolo a futuri bandi regionali per lo sviluppo del settore. Una scelta necessaria e fondamentale che pone Venezia in sintonia con le maggiori citta’ turistiche europee".

Al tavolo prenderanno parte, oltre al Comune di Venezia e alle sue controllate, la Camera di Commercio e le associazioni di categoria maggiormente rappresentative operanti nel territorio comunale. L’Ogd puntera’ al rafforzamento del sistema di offerta e alla gestione unitaria delle funzioni di informazione, accoglienza turistica, promozione e commercializzazione dei prodotti turistici della destinazione. La costituzione della Ogd Venezia era stata prevista nella delibera del Consiglio comunale votata a larghissima maggioranza il 25 gennaio, delibera che ha previsto anche l’affidamento a Vela SpA del servizio Iat (Informazione e Accoglienza Turistica).

NESSUN COMMENTO

Comments