Vedova 65enne vuole vendere un rene per pagare le bollette

Vuole vendere un rene per pagare le bollette. L’annuncio choc e’ di una 65enne di Roccastrada (Grosseto), Adriana Omizzolo, che ha raccontato la sua storia a La Nazione. La donna, vedova e invalida al 90%, non sa come pagare le bollette e neppure come mangiare. ‘Sono diventate il mio incubo – ha detto nell’intervista a proposito delle bollette -: mi tolgono il sonno. Non ho nemmeno un frigo, e sa perche’? Non saprei cosa metterci dentro. Ho gia’ rinunciato ad acqua calda e ai termosifoni per non pagare il gas’.

La donna percepisce la pensione di reversibilita’ del marito, pediatra e medico scolastico, ma una parte va all’ex moglie dell’uomo. A lei arrivano 700 euro al mese, 253 dei quali, per altri 4 anni, li deve destinare al rimborso di un finanziamento. ‘Senza la casa dove abito – ha proseguito – sarei una barbona. Ho un figlio che fa l’operaio ma deve gia’ pensare a se’ e al suo bambino piccolo: da sei anni e’ rimasto vedovo’. Voleva vendere un agriturismo di sua proprieta’ ma, secondo quanto dice, che le aveva promesso di acquistarlo ‘e’ andato a viverci senza darmi un euro, neppure di affitto’. ‘Questa non e’ vita. E’ strisciare. Mi sono rimasti 17 euro sul conto corrente’.

Alla donna risponde stamani il sindaco di Roccastrada, Giancarlo Innocenti, che appena visto la storia ha chiamato il direttore della Societa’ della Salute, Fabrizio Boldrini: ‘l’integrita’ fisica e la salute non hanno prezzo. Noi non abbiamo mai lasciato nessuno, per cosi’ dire, ‘in bolletta” dice Innocenti spiegando di aver dato incarico ai servizi sociali di intervenire per il caso della signora Omizzolo. ‘La signora si e’ rivolta a noi solo qualche giorno fa – dice Boldrini -: siamo pronti a intervenire e ad aiutarla anche sul piano psicologico’.

NESSUN COMMENTO

Comments