Usa, dopo Sandy arriva Agatha: e nevica sul bagnato

'Sandy' sugli USA e sulla Grande Mela

Nevica sul bagnato: Agatha, un potente fronte meteorologico che ha scaricato sulla Costa Nord Est degli Stati Uniti neve, pioggia e forti venti, ha lasciato al buio 750 mila famiglie tra New York e New Jersey, molte delle quali avevano appena recuperato elettricita’ e riscaldamento dopo il passaggio della ‘supertempesta’ Sandy.

Oggi Agatha si e’ spostata a Nord, portando neve e pioggia su Connecticut, Rhode Island e Massachusetts. Ma e’ nella fascia colpita dieci giorni fa da Sandy – da Brooklyn e Staten Island al New Jersey – che i disagi sono stati maggiori.

Proprio come avevano previsto le autorita’, Agatha ha abbattuto alberi e cavi elettrici: 60 mila famiglie che avevano perso la luce a causa di Sandy si sono trovate di nuovo al buio.

Le societa’ elettriche della regione hanno indicato che i black out stavolta sono stati di minore durata, ma il ‘nor’easter’ ha provocato una battuta di arresto dei soccorsi di 24-36 ore in New Jersey, uno degli stati piu’ colpiti dalla ‘Frankestorm’ di Halloween, ha rivelato il governatore Chris Christie mentre a Staten Island, il borough di New York investito la scorsa settimana dalla furia di Sandy, la Fema ha deciso di chiudere gli uffici della Protezione Civile.

‘I danni per l’intera regione sono stati di 50 miliardi di dollari, 33 miliardi per il solo stato di New York’, ha calcolato oggi il governatore Andrew Cuomo in una conferenza stampa in cui ha definito la cifra ‘strabiliante’ anche alla luce della crisi finanziaria che il suo stato sta attraversando. Christie ha cercato di vedere il lato buono della situazione.

‘Che ci crediate o no, la neve ha aiutato. Almeno non era pioggia. Ha aiutato a evitare ulteriore inondazioni’. Entro sabato – ha assicurato il governatore – anche nelle isole della Jersey Shore, le piu’ colpite per il passaggio dell’uragano, l’elettricita’ dovrebbe essere ripristinata. In circostanze ordinarie una tempesta come Agatha non avrebbe provocato che minori disagi ma larghe aree investite dalla perturbazione sono ancora una ferita aperta con il sistema elettrico particolarmente fragile e molte vittime di Sandy ancora impegnate ripulire la casa dal fango o a rabbrividire al freddo pungente perche’ il gasolio del riscaldamento non e’ ancora arrivato a destinazione.

NESSUN COMMENTO

Comments