Ungheria, valanga di voti per Orban. Festeggiano i populisti

Terzo mandato consecutivo per Orban, maggioranza assoluta in Parlamento. Matteo Salvini, “Buon lavoro presidente Orban. Spero di incontrarla presto come presidente del Consiglio italiano"

L’Ungheria ha confermato Viktor Orban premier, assicurandogli così il terzo mandato consecutivo, oltre a una maggioranza assoluta in Parlamento che gli consentirà di modificare la Costituzione. Per lui, infatti, una valanga di voti. Il suo partito Fidesz ha conquistato il 48,9% delle preferenze, migliorando il risultato gia’ buono delle scorse elezioni (44,46%): con il 98% dei voti scrutinati, le proiezioni assegnano a Fidesz 133 seggi su 199, la maggioranza dei due terzi.

Leader controverso, fortemente criticato in Europa per la sua stretta sulla societa’ civile, cosi’ come per l’erosione dell’indipendenza della magistratura e dei media, Orban ha gia’ messo in guardia l’Ue che “le cose non possono andare avanti cosi'”. “Vogliamo un’Unione europea di successo e forte, ma per questo dobbiamo dire tutto cio’ che ci non ci va bene”.

Vittoria schiacciante per Orban, dunque. Esultano i populisti, esulta naturalmente la destra ultra-nazionalista, a cominciare dalla leader del Front National francese, Marine Le Pen, che ha sottolineato come “l’inversione dei valori e l’immigrazione di massa sostenute dall’Ue sono state nuovamente respinte”, mentre per Nigel Farage, l’ultra-nazionalista britannico che ha promosso la Brexit, “Viktor Orban e’ il leader piu’ forte in Europa e il piu’ grande incubo europeo”.

Guardando in casa nostra, il leader della Lega Matteo Salvini commenta così: “L’Ungheria ha votato con il cuore e con la testa, ignorando le minacce di Bruxelles e i miliardi di Soros”. “Buon lavoro presidente Orban. Spero di incontrarla presto come presidente del Consiglio italiano”.

Comments