Una fabbrica di gelato italiano in Mongolia

Technogel da oltre sessanta anni produce macchine e impianti per la produzione di gelato. Lo farà anche in Mongolia, per gelato di alta qualità

Il progetto della bergamasca Technogel sostenuto da SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, è davvero ambizioso: esportare un impianto completo per la produzione di gelato di alta qualità in Mongolia.

“La nostra proficua collaborazione con SACE continua”, ha dichiarato Nicola Iannucci, Direttore Commerciale di Technogel. “Grazie a questo importante strumento finanziario abbiamo aperto nuovi mercati ai nostri macchinari e abbiamo in preventivo nuove operazioni che andranno ad affiancarsi a questa”.

Technogel da oltre sessanta anni produce macchine e impianti per la produzione di gelato. Ad oggi l’impresa bergamasca, anche grazie alla sua estesa rete commerciale, esporta in più di 60 Paesi. L’azienda ha delle filiali negli Stati Uniti, in Argentina, in Brasile e in Medio Oriente, oltre ad una capillare organizzazione di agenti e collaboratori in Italia e nel mondo.

Il territorio bergamasco, si legge sulla agenzia Aise, si conferma una delle aree a maggiore vocazione all’export della Lombardia, regione dove il Polo SACE SIMEST, attraverso i suoi uffici, serve più di 5 mila aziende. Solo nel primo semestre del 2017, il Polo ha mobilitato risorse a sostegno dello sviluppo internazionale delle imprese lombarde per oltre 6 miliardi di euro.