Tv, suor Caterina trionfa a ‘The Voice’: ‘ora torno alla preghiera’

Non ha versato una lacrima e non ha pronunciato le parole di rito. Suor Cristina Scuccia da Comiso, dopo la vittoria (ampiamente annunciata) della seconda edizione di ‘The Voice of Italy’, ha abbracciato il suo sfidante Giacomo Voli, ha preso in mano il trofeo, ha ringraziato ‘tutti coloro che stanno in terra’: "Gli autori, la band, le mie consorelle che mi hanno sostenuta e mi hanno protetta quando ne ho avuto bisogno". Poi e’ passata ai riconoscimenti ‘superiori’.

"Il ringraziamento piu’ grande va a chi sta lassu’", ha aggiunto la 25enne siciliana che ha chiesto, tra lo stupore generale, di recitare "tutti insieme", il Padre Nostro. "Dio e’ il mio sposo, l’ho portato sul palco con la mia presenza. Dovevo ringraziarlo con una preghiera", spiega a telecamere spente suor Cristina che si presenta in conferenza stampa insieme alla sua superiora, suor Agata, tirando un sospiro di sollievo.

"Da domani tornero’ alla preghiera, ad alzarmi presto, al mio servizio coi bambini", dice la giovane suora. "Il futuro? Non lo conosco. Il contratto discografico? Come ho detto, saranno i miei superiori a prendere le decisioni. I soldi della vincita? Io ho fatto voto di poverta’ e non mi sto preoccupando di quest’aspetto", risponde la religiosa. L’unica apertura, sempre condizionata da direttive del suo ordine, arriva sulla possibilita’ di essere la protagonista di un tour mondiale organizzato da Universal.

NESSUN COMMENTO

Comments